venerdì 11 dicembre 2009

Biscotti di frolla natalizi


Beh....rassegnatevi! mi sa che questo mese postero' piu' di tutto biscotti e piccoli manicaretti natalizi! d'altra parte mi sto esercitando per i regalucci di Natale, che quest'anno prevedono una massicia biscottificazione! Ecco qui un idea semplicissima per biscotti belli e buoni:
Frollini con glassa al limone
ingredienti per la frolla: 250gr farina, 100gr zucchero (o zucchero a velo - dato che la glassa è molto dolce, la prossima volta io mettero' 70gr di zucchero), 100 gr burro, 1 uovo, un cucchiaino di lievito, una bustina di vanillina oppure scorza grattuggiata di limone.

ingredienti per la glassa: zucchero a velo, succo di limone (o essenza al limone e acqua)

Preparare la frolla lavorando velocemente gli ingredienti. Ritagliare i biscotti e cucerli a 180 gradi per 7/8 minuti (finchè non saranno dorati). Farli raffreddare.
Preparare la glassa aggiungendo allo zucchero il succo di limone fino a che non avremo un composto bianco lucido e un po' colloso. Cospargere i biscotti e far seccare.

martedì 8 dicembre 2009

Biscotti simil tirolesi


Eccomi qui, dopo un po' di latitanza! Devo essere sincera: in queste settimane sono stata presa tra una nonna che non stava tanto bene, il lavoro con i suoi cambiamenti e la stanchezza che mi porta ad addormentarmi in un nanosecondo non appena appoggio la testa sul cuscino.
Pero' sono stata produttiva: ho sperimentato un bel po' di biscotti e solcetti che vi pubblichero' nei prossimi giorni, come preparazione alle feste che sono iniziate (per lo meno a casa mia) quest'oggi, con l'albero addobbato, il presepe e il balcone illuminato. Da sempre, a casa mia, la festa dell'Immacolata corrisponde con laddobbo di casa e albero e, a conclusione del pomeriggio, una bella merenda con biscotti, tè e cioccolata.
Ecco i biscotti di oggi

Biscotti Tirolesi

Ingredienti: 250gr farina, 100gr zucchero, 100gr burro morbido, 1/2 bustina di lievito, qualche goccia di estratto di vaniglia, 1 uovo, marmellata di ribes.

Impastare velocemente farina, lievito, zucchero, burro a tocchetti, estratto di vaniglia. Stendere la pasta e ricavarne dei biscotti rotondi; su metà di questi creare dei buchi con una cannuccia. Cuocere in forno a 180 per circa 8 minuti.
Farli raffreddare: spalmare su un biscotto intero un cucchiaino di marmellata e sovrapporre la forma con i buschi. Si possono aggiungere alla pasta frolla anche 50gr di nocciole tritate (io non le ho messe perchè la mia amica Robi è allergica)

lunedì 23 novembre 2009

Insalata con pompelmo, avocado e mazzancolle


Da qualche giorno ho un fastidioso mal di gola, culminato questa mattina alle 4 e che mi ha tenuto sveglia fino alle 7. Per cui oggi me ne sono stata beatamente al caldino, in compagnia dei gatti (che dormono acciammbellati in diversi angoli della casa), a riposare e devo ammettere che ora va decisamente meglio ed anche la voce è migliorata.
In oltre, inspiegabilmente, ultimamente mi sento poco in vena di sperimentazioni culinarie...
Cucino....ma vado sul classico, sull'assodato, e quindi non ho molte novità da proporre.Questo week end ho cucinato relativamente poco anche se domenica a pranyo sono venuti a trovarci i miei e mio fratello e la cognatina: me la sono cavata egreggiamente con polenta e brasato.
Ma stasera volevo velocemente pubblicare una veloce insalata che io ho usato spesso come antipasto, soprattutto nelle cene "augurali" che da ora e per un mesetto affolleranno le nostre serate:

Insalata con pompelmo, avocado e mazzancolle

Ingredienti: 2 pompelmi rosa, 1 avocado, insalatina novella, code di mazzancolle (io ho preso quelle nel banco del pesce giä pulite, ma vanno bene anche quelle surgelate), 1 cucchiaio di aceto balsamico, olio e sale q.b.

Scottare le code di mazzancolle in acqua calda, scolarle e passarle in padella per qualche minuto con l'aceto balsamico. Pulire l'avocado e tagliarlo a tocchetti, pelare a vivo gli spicchi di un pompelmo. Emulsionare il succo dell'altro pompelmo, l'olio e il sale. Comporre l'insalata partendo dall'insalatina novella, l'avocado e gli spicchi di pompelmo e infine le mazzancolle. Irrorare con la vinagrette.

giovedì 12 novembre 2009

Risotto al Castelmagno e Nebbiolo


Ancora un risotto! E che risotto!!! Pochi gustosi ingredienti per questo primo piatto che ormai è diventato per me un classico quando voglio preparare qualcosa di buono e speciale per i miei ospiti. E così, sabato scorso, ho preparato questo risottino per il mio amico Claudio che lo ha apprezzato. Unica nota: più il vino è buono, meglio riuscirà il risotto!

Risotto al Castelmagno e Nebbiolo

Ingredienti per 4persone: 320gr riso carnaroli, 1 bicchiere di nebbiolo, Castelmagno a pezzetti (ca. 40gr), burro, cipolla tagliata a velo, 600ml circa di brodo.

Far dorare la cipolla con il burro: versare il riso e farlo tostare. Versare il vino poco alla volta. Appena il vino viene assorbito, versare poco alla volta il brodo per portare il riso a cottura. Aggiungere il castelmagno tagliato a pezzettini circa 5 minuti prima che il riso sia pronto e mescolare continuamente per amalgamare bene il formaggio.

giovedì 5 novembre 2009

Pane alle noci


Specialmente nel fine settimana sono contentissima che la macchina del pane vinta da mia nonna sia approdata nella mia cucina. Mi piace il profumo del pane che pervade casa, mi piace mangiarne una fettina quando è ancora caldo, mi piace mangiarlo con il formaggio o qualche salume la domenica sera davanti alla tv.
Si perchè la domenica sera è "permesso" mangiare in sala, sul piccolo tavolino portatile, mentre si guarda la tv....magari con il camino acceso. E quindi la cena è quasi sempre un po' frugale ma sempre sfiziosa!

Pane alle noci
Ingredienti: 500gr di farina bianca per il pane, 300ml acqua, una bustina di lievito liofilizzato, un cucchiaino di zucchero, un cucchiaino di sale, 40gr di noci tritate grossolanamente, un cucchiaio di olio (io metto quello di riso che è più delicato).

Versare nella macchina del pane l'acqua, la farina, il sale, lo zucchero e il lievito. Aggiungere i gherigli di noci spezzati grossolanamente e il cucchiaio d'olio. Selezionare il programma medio (pane francese). Una volta cotto, sfornarlo su una gratella da dolci e farlo raffreddare (se ci riuscite).

lunedì 2 novembre 2009

Lonza al Latte e Castagne

Domenica di sperimentazione. Dovevo usare un po' di castagne oramai raccolte da quasi due settimane. Non avevo mai provato ad usare questi frutti del bosco in una ricetta per un primo od un secondo. E allora ho provato con un arrostino di lonza di maiale. E' venuto molto bene: delicato e magro (sembra una contraddizione, essendo maiale, ma vi assicuro che è cosi'). Il marito, come al solito "costretto" all'assaggio gli ha dato un bel 10 (senza lode perchè non l'ho accompagnato con delle patate al forno... ).
Io preferisco gusti piu' decisi e saporiti, ma devo dire che l'esperimento non mi ha assolutamente deluso.

Lonza al latte e castagne

Ingredienti: 800gr lonza di maiale, una manciata di castagne (se secche, fatele rinvenire in acqua per 8 ore), 200ml latte, 200ml acqua, 1/2 bicchiere di vino, 1 dado, cipolla tagliata a velo, 2 cucchiai d'olio, pepe in grani q.b., 2 foglie d'alloro, 2/3 chiodi di garofano, sale q.b.

Far appassire le cipolle con l'olio. Scottare il pezzo di lonza da ogni lato, aggiungere le castagne e sfumare con mezzo bicchiere di vino. Far evaporare il vino e poi versare l'acqua e il latte. Aggiungere i grani di pepe, i chiodi di garofano, le foglie d'alloro e il dado. Cuocere coperto per 1h30 a fiamma dolce. Controllare la cottura della carne. Quando la carne è cotta, toglierla dalla pentola e tagliarla a fette. Restringere, se necessario, il fondo di cottura. Far insaporire le fette nel fondo e servire la lonza con il suo sughetto.

venerdì 30 ottobre 2009

Muffin mele e cannella


Vi capita mai di svegliarvi con una gran voglia di fare una colazione speciale che vi faccia partire con energia e anche con buon umore? Vi capita mai di avere voglia di mangiare qualcosa di morbido e profumato accompagnandolo con una bella tazza di caffè e latte? A me capita ogni mattina....ma purtroppo non posso sempre assecondare i miei desideri, soprattutto per mancanza di tempo. Ma la domenica, adoro fare colazione con calma, magari bevendo, oltre al caffè e latte, una bella spremuta. E gustando qualcosa di speciale che giä dal mattino mi fa cappire che ü una giornata di festa! Domenica scorsa ho preparato (svegliandomi una bella oretta prima a causa del cambio di orario) questi deliziosi muffins di cui riporto di seguito la facile ricetta.

Muffin mele e cannella

Ingredienti (per circa 12/14 muffins): 25ogr farina, 1 uovo, 1 bicchiere di latte, 150gr zucchero, una mela sbucciata e tagliata a dadini, 60ml di olio (io ho usato quello di riso), due cucchiani di cannella, 1 bustina di lievito.

In una ciotola unire tutti gli ingredienti secchi setacciati; in un'altra bastardella unire tutti gli ingredienti liquidi ben mescolati tra loro. Unire gli ingredienti e mescolare brevemente. Unire lamela a dadini piccola. Versare nelle forme adatte. Cuocere in forno a 180 per circa 25 min. Buona colazione!!!

giovedì 29 ottobre 2009

Risotto radicchio e zola

Finalmente è tornato il tempo dei risotti! io adoro il risotto in qualsiasi ricetta e devo dire che amo sperimentara anche ricette con ingredienti diversi dal solito.
Ma ieri sera sono andata abbastanza sul classico: il mercoledì è la serata del riposo ed ho un po' più di tempo rispetto al solito anche per cucinare. Infatti, questpo autunno mi sono lanciata e oltre al mio corso di danze etniche e popolari, frequento due volte a settimana un corso di acquagymn! Sono molto contenta anche se a volte (come ad esempio questa sera9 sono talmente stanca che me ne starei volentieri divanata! Ma poi penso che domani sono anche in ferie (devo smaltire un po' di ferie in arretrato non avendole purtroppo fatte quest'estate) e quindi andrò a ballare.

Ma ora vi lascio la semplice ricetta di questo risottino in cui l'amarognolo del radicchio viene addolcito dalla cremosità del gorgonzola!

Risotto radicchio e zola

Ingredienti per 2 persone: 180gr riso, cipolla tagliata a velo, 1 cucchiaio di olio, radicchio tagliato sotteli a piacere, un pezzetto di gorgonzola, 750ml brodo vegetale, 1/2 bicchiere di vino biano.

Imbiondire la cipolla nell'olio e aggiungere il radicchio facendolo appassire. Aggiungere il riso e farlo tostare; sfumare con il vino bianco e, dopo averlo fatto evaporare, aggiungere il brodo poco alla volta fino a portare il riso a cottura. Qualche minuto prima aggiungere lo zola e mantecare il risotto.

giovedì 22 ottobre 2009

Piccole frolle con farina di riso e raccolta




Micaela de "Il Criceto Goloso" mi ha davvero letto nella mente con questa splendida iniziativa:




Ad iniziare dalla scorsa domenica, sfruttando una delle prime merende autunnali/invernali con le amiche, ho deciso di cominciare con la sperimentazione di vari tipi di biscotti che ho intenzione di regalare a tutti i miei amici per Natale. Adoro il profumo che si sprigiona dal forno mentre queste piccole magie cuociono. Adoro l'idea di poter regalare alle persone care un pensiero interamente prodotto da me, con affetto e passione.

Quindi inizio con queste frolle che hanno avuto un successone (il marito continuava a rubare i biscotti dal piatto molto prima che fosse ora del tè)

Piccole frolle con farina di riso

Ingredienti: 150 gr farina, 100gr farina di riso, 100gr zucchero a velo vanigliato, 100gr burro morbido, 1 cucchiaino di lievito, 1 uovo, 250ml acqua di fiori d'arancio.

Versare la farina e la farina di riso setacciata su un piano di lavoro; aggiungere il lievito, il burro morbido tagliato a tocchetti, lo zucchero vanigliato e l'acqua di fiori d'aranzio. Impastare in fretta senza scaldare troppo la pasta. Conun mattarello stendere la pasta e ricavarne dei biscotti; appoggiare sulla teglia ricoperta di carta forno e far riposare in frigo per 15 minuti. Infornare a 180° per circa 8/10 minuti.
Sfornare, lasciar raffreddare, gustare...

Vorrei inoltre partecipare alla raccolta di Micaela anche con la ricetta dei Biscotti Semplici e Morbidi fatti qualche tempo fa.

lunedì 19 ottobre 2009

Crauti e Wurstel ovvero cena da "October Fest"


Sono passati più di 10 giorni dalla mia ultima ricettina....che pigra che sono! In realtà, ho accumulato un bel po' di sperimentazioni che posterò in questa settimana! Ma nel frattempo vi chiederete (o forse no...): cosa è successo???E' successo che all'improvviso è arrivato l'autunno, con il freddo, le castagne, i funghi e il camino acceso e scoppiettante. E' successo che è arrivato il momento di cucinare dei pranzetti adatti al clima, con intingoli e polenta! Non ci crederete....ma io sono contenta! L'autunno mi piace: mi piace per l'odore dei boschi, per il primo freddo che ti pizzica il naso, per le montagne coperte di macchie gialle e rosse. Prima di presentarvi velocissimamente la mia recente cena stile "October Fest" , vi lascio una celeberrima poesia, che molti di noi avranno studiato alle elementari (giuro che io me la ricordo tutta a memoria)
San Martino
(Giosuè Carducci)

La nebbia agli irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
Urla e biancheggia il mar;

Ma per le vie del borgo
Dal ribollir de’ tini
Va l’aspro odor de i vini
L’anime a rallegrar.

Gira su’ ceppi accesi
Lo spiedo scoppiettando:
Sta il cacciator fischiando
Su l’uscio a rimirar

Tra le rossastre nubi
Stormi d’uccelli neri,
Com’ esuli pensieri,
Nel vespero migrar.


Crauti e Wurstel

Ingredienti per i crauti: crauti tagliati sottili, 1/2 cipolla, olio Evo, brodo vegetale, 1/2 bicchiere di aceto bianco, 1/2 bicchiere di vino bianco, sale e pepe q.b.

Wurstel lessati (consiglio i wiener würst) in acqua bollente

Preparare i crauti: in una pentola larga e bassa, far appassire la cipolla nell'olio. Unire i crauti tagliati e lavati e far appassire per qualche minuto. Versare sulla verdura il vino e l'aceto e far evaporare. Far cuocere coperto fino a che i crauti non si saranno stufati, aggiungendo di volta in volta un po' di brodo. Salare e pepare a piacere.

Servire i crauti ben caldi con i wurser e una buona Weissbier fresca.

domenica 4 ottobre 2009

Torta Pere e Cannella

Buona domenica a tutti! Oggi qui a Varese il cielo è blu e la temperatura è decisamente piacevole! Il giorno adatto per una bella passeggiata nei boschi, a gustarsi i profumi dellâutunno e, perchè no, a raccogliere qualche castagna. Noi siamo andati ieri....e siamo tornati con 3kg di splendide castagne che finiranno quanto prima sul camino e magari in qualche piatto sperimentale.
Ieri, ho anche preparato due torte: una semplicissima crostata alla marmellata, che mio marito ha portato ad una cena tra amici, ed una torta alle pere e cannella che ho portato io ad un dopocena con amiche.
Ho preso l'ispirazione dalla ricetta del Cobbler di Pere, pubblicata su Sale e Pepe nel numero di ottobre. Ma ho apportato qualche modifica, prima fra tutte l'aggiunta delle uova.

Torta Pere e Cannella
Ingredienti: 250gr farina, 80gr burro, due uova, 1/2 bicchiere di latte, 120gr zucchero,1 bustina di lievito, 3 pere william, un cucchiaio di cannella, 1 cucchiaio di zucchero di canna.

In una bacinella setacciare la farina con il lievito, unire le uova, il burro fuso e raffreddato, il latte e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Versare l'impasto in una teglia foderata con carta forno. Sbucciare e tagliare a fette non troppo sottili le pere, disporle sull'impasto a raggera. Spolverare la superficie della torta con lo zucchero di canna mescolato alla cannella. Infornare a 180' per 40 minuti circa.

lunedì 28 settembre 2009

Ciambella cacao e amaretti



L'idea era quella di smaltire, prima di farli diventare "possi" (in italiano direi...vecchi, stantii) glli amaretti avanzati dalla preparazione della squisita crostata pesche e amaretti. Ho fatto solo un piccolo errore....ho usato poco zucchero e la torta è risultata comunque buona, ma poteva decisamente essere migliore.

Io do la "colpa" al fatto di usare il buonissimo ma amarissimo cacao del Commercio Equo e Solidale (CMT) che richiede l'aggiunta sempre di un po' di zucchero in più!

Ma che cos'é il commercio equo e solidale? Sicuramente molti di voi ne avranno sentito parlare: lo scopo del commercio equo e solidale é garantire il giusto prezzo dei prodotti per sostenere i produttori delle zone in via di sviluppo al fine di una crescita economica corretta nel rispetto dei diritti umani. Per ulteriori informazioni andate sul sito
www.altromercato.it.
Io mi rifornisco specialmente per alcuni tipi di prodotti come té, caffé, zucchero di canna, cacao, cioccolato, banane, tisane e spezie che si possono trovare anche presso alcuni supermercati, anche se la varietà presso le botteghe del CTM è sempre più ampia.


Ma ora passiamo alla ciambella:


Ciambella cacao e amaretti

Ingredienti: 300gr di farina, 100gr di burro, 150gr di zucchero ( ma a questo punto farei 200gr), 3 uova, 1/2 bicchiere di latte, 100gr di amaretti sbriciolati, 3 cucchiai di cacao, 1 bustina di lievito.


In una ciotola unire le uova con lo zucchero e montarle fino a che il composto non sarà spumoso. Aggiungere la farina setacciata con il lievito, il cacao setacciato per non far formare i grumi. Aggiungere poi il burro sciolto e raffreddato e il latte. Mescolare anche gli amaretti spezzettati. Amalgamare bene il composto e versare in una teglia per ciambelle. Cuocere in forno a 180° per 45minuti circa.

venerdì 25 settembre 2009

Risotto alla zucca e bella passeggiata


Anche oggi una giornata di ferie, questa volta insieme al maritino. E abbiamo deciso di fare una bella passeggiata, anche se la giornata non era delle migliori.

Quindi, meta vicina: siamo stati al SacroMonte di Varese facendo la Via Sacra, ci siamo fermati a pranzare in un ristorantino e poi siamo tronati a casa.

Devo dire che anche solo questa mezza mattinata nella natura, nella pace e nel silenzio mi ha davvero rigenerato e riposato.

La ricettina che vorrei proporvi oggi, l'ho invece realizzata ieri sera, e devo dire che non è venuta niente male. Soprattutto, non mi aspettavo fosse così semplice e saporito:

Risotto alla zucca
Ingredienti x 2 persone: 150gr riso carnaroli, un pezzetto di zucca tagliatto a cubetti piccoli, 1/2 scalogno, un pezzettino di burro, grana grattuggiato, 300ml circa di brodo vegetale, 1/2 bicchiere di vino bianco, 1 rametto di rosmarino.

Far soffriggere leggermente lo scalogno tagliato a velo con i dadini di zucca. Unire il riso e farlo a tostare. Sfumare con il vino bianco e aggiungere il brodo caldo a poco a poco portando il risotto a cottura.Aggiungere il rametto di rosmarino. Appena il riso è cotto, aggiungere il grana grattuggiato. Mantecare e servire.

giovedì 24 settembre 2009

Spaghetti veloci di mare


Finalmente qualche giorno di vacanza.... Peccato che stare in ferie e stare a casa significa sempre fare 100.000 cose in più di quando vado al lavoro.
Ieri era a casa anche il maritino che, bravo bravo, mi ha aiutato a fare i mestieri. Abbiamo sistemato casa, eliminato polvere, fatto lavatrici, spazzolato gatti (che fanno parte della casa....ma soprattutto della famiglia).
Visto che il maritino é stato bravo e volenteroso, ho deciso di cucinare per pranzo gli spaghetti con il misto mare, rigorosamente scongelato perché dovevo comunque fare in fretta. Ma vi svelerò un segreto: non essendo molto brava a cucinare, ma soprattutto a pulire il pesce fresco, spesso e volentieri uso quello surgelato (ma quello liscio liscio, non condito e senza sapori) e devo ammettere che non mi delude mai. Ovvio...potendo il pesce fresco è tutta un'altra cosa.... Ma qui a Varese di fresco e nostrano posso al massimo trovare le trote :-)
Ecco quindi la mia ricettina senza pretese, ma rapida e gustosa:

Spaghetti veloci di mare
Ingredienti: una confezione di misto mare surgelata(solo pesce senza condimenti), 200gr spaghetti, 1 spicchio d'aglio, 10 pomodorini datterini, prezzemolo, peperoncino q.b.,un po' di scorza di limone, sale, una spruzzata di vino bianco.

Mentre si porta l'acqua a bollore e si lessano gli spaghetti, in una padella far rosolare lo spicchi d'aglio. Versare il pesce scongelato e i pomodorini tagliati in due (fare attenzione all'olio che schizza....io mi brucio sempre). Spruzzare con il vino bianco e far cuocere mentre la pasta vien pronta. Qualche minuto prima di scolare la pasta, unire al sugo il peperoncino, una grattatina di scorza di limone e il prezzemolo tritato. Scolare gli spaghetti al dente e ripassarli due minuti nella padella del sugo. Servire e gustare.

domenica 20 settembre 2009

Torta pesche e amaretti


Buona domenica a tutti! Qui il tempo pare averci dato un po' di tregua. Negli ultimi giorni siamo passati dal caldo estivo improvvisamente e bruscamente al tipico tempo autunnale: fresco, umido e grigio.
Nonostante tutto, sia ieri che oggi (almeno per ora) il tempo è gradevole e i profumi dell'autunno rendono l'aria speciale. Ieri sera, per restare in tema "cambio di stagione", siamo andati al Brinzio (Varese), ridente paesino immerso nel verde e nelle valli, alla Festa del Fungo. Ho mangiato un piatto di polenta e funghiu da leccarsi i baffi!!!! Per chi è in zona, la festa e lo stand gastronomico proseguono anche nella giornata di oggi e io consiglio vivamente di farci un bel giretto!

Oggi, invece, per noi è giornata di festa! I nonni di mio marito hanno festeggiato in settimana i 60 anni di matrimonio! Che traguardo! Quindi abbiamo organizzato una piccola "sorpresa" casalinga e andremo a mangiare a casa loro una bella polenta con il brasato (è iniziato il periodo delle polente....io l'adoro!) Per questa occasione abbiamo fatto fare una torta in pasticceria, una bella millefoglie con crema pasticcera e fragole ! Slurp...

Ma questo post ha un po' nostalgia dell'estate che ci sta piano piano lasciando...
Avevo in frigo un "respuscio" (rimasuglio) di pesche, comprate ormai una settimana fa....e mi son detta:"facciamo una bella torta, magari da mangiare per colazione.
Per questa splendida ricetta devo ringraziare Marzia e Claudia di Tortino al Cioccolato che a loro volta hanno reperito le istruzioni da Nightfairy

Riporto la ricetta e ancora mille grazie: ho appena fatto colazione con una fettina di questa delizia.... la giornata sarà sicuramente meravigliosa :-)

Torta di pesche e amaretti
Ingredienti: 100 g. di farina,100 g. di fecola ( io ho usato 200gr di farina perchè non avevo la fecola),100 g. di zucchero,100 g. di amaretti secchi,100 g. di burro,5 pesche gialle (io ne ho usate 3....quelle rimaste),3 uova,1 bustina di lievito vanigliato,1 pizzico di sale.

Sbattere le uova con lo zucchero, unire il burro fuso e freddo, gli amaretti sbriciolati (io li ho sbriciolati con le mani per avere pezzetti di diverse dimensioni).
Aggiungere la farina setacciata con il lievito ed il sale; versare il composto in una tortiera foderata con cartaforno. Distribuire sulla superficie le fette di pesche. Cuocere a 180° per 40 minuti.

venerdì 11 settembre 2009

Crostata di crema e marmellata di more


Per augurarvi buon fine settimana offro a tutte una bella fetta di crostata!

Avevo in dispensa un vasetto di confettura di more regalatami da una cara amica di mia mamma, Caterina, fonte di numerose ricette tra cui quella della pasta frolla (ormai uso sempre quella, per biscotti e crostate e mi trovo sempre benissimo)!
Ma non mi andava di fare la solita semplice crostata, seppur sempre buona. E allora via....sperimentiamo....

Crostata di crema e confettura di more

Ingredienti per la frolla: 250gr farina, 100gr burro a temperatura ambiente, 100gr zucchero, 1 uovo, un cucchiaino di lievito, scorza di limone q.b.

Ingredienti per la crema: un uovo, 35gr farina, 50gr zucchero, 250ml latte tiepido, una bustina di vanillina

1 barattolo di marmellata di more

Ho preparato la crema e l'ho lasciata raffreddare. La prossima volta aggiungerò un pochino più di latte per lasciarla un po' più morbida, altrimenti facendola cuocere in forno diventa troppo densa.
Preparare la frolla lasciandola poi riposare 15 minuti in frigo. Stendere la frolla e posizionarla in una tortiera diametro 24, bucherellare il fondo, versare la confettura sul fondo dopo averla scaldata un pochino per renderla liquida.
Versare sopra la marmellata la crema e decorare con un po' di confettura rimasta.
Cuocere a 180° per 25 minuti circa.

ps: il maritino è guarito. E' ancora un po' deboluccio, ma la tosse gli é passata!

lunedì 7 settembre 2009

Lasagne con crema di zucchine



Eccovi il mio pranzo della domenica....in ritardo di un giorno. Diciamo che ho scongelato queste lasagne che avevo fatto un po' di tempo fa, proprio perchè domenica avevamo tutti bisogno di consolarci un po'....e a volte anche un buon piatto con un bicchiere di vino puo' aiutarci a tirarci su di morale.
Cos'è successo, vi chiederete...
Beh, mettiamola così: ieri avrei dovuto pubblicare un bel post per salutarvi alla vigilia delle vacanze, mai così agognate!
ed invece...il maritino mercoledì si è preso una bella broncopolmonite. La cura: casa, caldo, riposo e antibiotici! Quindi, niente mare, niente vacanze.
Ci voleva proprio qualcosa di calorico, morbido e cremoso! Ed ecco "riesumate" le lasagne, lì nel frizer ad aspettare il momento giusto.

Lasagne alla crema di zucchine
Ingredienti: 2/3 zucchine, un piccolo scalogno, pasta fresca per lasagne, besciamella q.b., crescenza, olio, sale, grana grattuggiato.

In una padella imbiondire lo scalogno tagliatoa velo, unire le zucchine con qualche cucchiaio d'acqua, salare e far cuocere fino a che le zucchine non risultano morbide. Frullare le zucchine.
In una pirofila, alternare la besciamella, la pasta per le lasagne, la crema di zucchine. Tra uno strato e l'altro cospargere di fiocchetti di crescenza. Terminare con la besciamella ed una bella spolverata di grana grattuggiato.
Cuocere in forno a 180° per 30/40 minuti.

ps: il maritino sta abbastanza bene ora, anche se é ancora sotto antibiotici. Magari riusciremo a farci una settimanella via ad ottobre...speriamo!

domenica 30 agosto 2009

Crostata di mele e crema


Ormai dopo giorni e giorni di totale rifiuto all'accensione del forno per via del caldo, oggi mi sono cimentata in una crostata cercando di eliminare dal frigo quante piu' mele possibili (visto che ormai era davvero troppo tempo che giacevano li, snobbate da tutti). Oggi poi la giornata è stata particolarmente fresca e abbiamo passato la domenica praticamente mollemente appoggiati tra il letto, la poltrona e il divano. Vero è che negli ultimi giorni il maritino si è sentito poco bene e quindi abbiamo preferito prenderci un'intera domenica di totale relax. Ed io ho potuto impegnarmi in nuovi esperimenti culinari:

Crostata di mele e crema
Ingredienti per la frolla: 250gr farina, 100gr burro a temperatura ambiente, 100gr zucchero, 1 uovo, un cucchiaino di lievito, scorza di limone q.b.


Ingredienti per la crema: un uovo, 35gr farina, 50gr zucchero, 250ml latte tiepido, una bustina di vanillina


3 Mele tagliate a spicchi per decorare

Preparare la crema unendo in un pentolino l'uovo con zucchero e farina. Mescolare bene e poi unire poco per volte il latte. Mettere sul fuoco e far addensare la crema mescolando continuamente per evitare che si formino grumi.
Preparare la pasta frolla, stenderla in una tortiera da 24cm lasciando un po' alto il bordo della pasta. Dopo aver bucherellato con una forchetta la frolla versare la crema e decorare la torta con gli spicchi di mela. Spolverizzare con un po' di zucchero. Infornare a 180* per 25 minuti.

sabato 29 agosto 2009

Pane Integrale ai Cereali


La macchina del pane....che bella invenzione! e che soddisfazioni!!! Come ho già raccontato, ho "ereditato" la mia semplicissima macchinetta del pane da mia nonna che l'ha vinta alla lotteria della parrocchia. In questo mese di agosto, in cui il nostro panettiere era chiuso (di solito ci recapita la nostra ciabattina ogni giorno! davvero un vizio... :-) ), ho fatto decisamente spesso il pane in casa e devo ammettere che ogni volta la qualità è andata migliorando. E il pane è rimasto buono e morbido per almeno 3/4 giorni.
Devo ammettere che preferisco di gran lunga il pane ai cereali a quello bianco!
Ecco qui la ricetta vincente:

Pane integrale ai cereali
Ingredienti: 250 gr farina bianca oo, 250gr farina integrale ai cereali, 320ml acqua, 8gr lievito di birra, 8 gr sale, 3gr zucchero (1 cucchiaio di olio se piace)


Versare nella macchina del pane l'acqua e successivamente le farine setacciate insieme. aggiungere sale, zucchero, e olio. Per ultimo aggiungere il lievito. Avviare la macchina con il programma per pane integrale (circa 2h20 in tutto)

venerdì 28 agosto 2009

Pollo e Patate: la felicità nel piatto

Non so voi, ma io, a volte, ho proprio bisogno di viziarmi. Specialmente in situazioni come queste: la settimana di lavoro è stata davvero pesante ed io inizio ad essere davvero stanca e a vedere le vacanze ormai prossime quasi come acqua nel deserto. E allora mi son detta: stasera petti di pollo impanati con le patatine!!!! slurp, che goduria! Soprattutto da quando le patatine fritte sono diventate un piatto quasi dietetico.
No....non sono impazzita! Ho solo ricevuto come regalo di Natale da parte della zia la friggitrice Activ Fry della Tefal. Frigge davvero con meno di un cucchiaio d'olio e, anche se per cuocere le patatine ci metto quasi 40 minuti, volete mettere la soddisfazione di potermele gustare senza nessun senso di colpa!?!?
Invece i petti di pollo ho dovuto farli con il metodo tradizionale ma sono venuti buoni lo stesso!!!

Petti di pollo impanati
Ingredienti: petti di pollo, 1 uovo, un goccio di latte, pane grattuggiato, farina gialla, 1 rametto di rosmarino, sale q.b., olio per friggere.

Sbattere bene l'uovo con un po' di latte. Unire farina, pangrattato e il rosmarino tritato. Passare i petti di pollo prima nell'uovo, poi nella farina. Friggere in padella in due dita di olio ben caldo.

Ed ora passiamo a ringraziare Federica de La cucina di Collefiorito per il bellissimo premio:


GRAZIE!!!










che a mia volta ho il piacere di girare a:

- Valentina di Sale Marino con le sue ricette gustose e mediterranee
- Marzia e Claudia di Tortino al cioccolato: il loro blog è uno scrigno pieno di buonissimi dolci semplici ed invitanti
- Laura di Lauretta in cucina che ha sempre qualche ottima idea da proporre!

giovedì 20 agosto 2009

Cellentani melanzane e mozzarella


Pensavate fossi in vacanza?!? Invece no... a parte qualche giorno a cavallo di ferragosto passato sul lago di Grada a casa dell'amica Emanuela, qualche giorno a casa girando tra il Lago di Monate e qualche piscina, sono ancora qui, in attesa che le mie sospirate vacanze arrivino. In effetti prorio tra domani e sabato andremo in agenzia per cercare di capire dove possiamo andare a riposarci, finalmente, tra sole e mare. Vi farò sapere.... In questi giorni, qui come in tutta Italia, il caldo è stato quasi insopportabile! Quindi purtroppo ho ridotto il cucinare al minimo indispensabile provvedendo a fare una gran scorta di pomodori, insalata, cetrioli e quant'altro non abbia la necessità di essere cucinato. Qualche sera ho cucinato una pasta da mangiare fredda, come questi cellentani che vi propongo qui di seguito:

Cellentani melanzane e mozzarella

Ingredienti per 2 persone: 1 melanzana media, 1 mozzarella, basilico, olio Evo, sale q.b., 200gr. pasta (io ho usato i cellentani della Barilla)


Tagliare la melanzana a fette e farla spurgare lasciandola leggermente salata in una ciotola con un piatto che faccia da peso. Grigliare la melanzana e tagliarla a striscioline. Tagliare la mozzarella a cubetti e unire le foglie di basilico. Cuocere la pasta al dente e raffreddarla sotto un getto di acqua fredda. Unire in una ciotola tutti gli ingredienti condendo con abbondante olio evo.

mercoledì 5 agosto 2009

Il Gazpacho di Elisa


Sempre durante la cena internazionale di venerdì ho avuto modo di gustare la prima zuppa fredda della mia vita: il Gazpacho.
Questo piatto tipico dell'Andalusia è stato preparato dalla mia amica Elisa ed era davvero squisito; una zuppa particolarmente estiva, con un fondo di piccantino a solleticare la lingua.

Vi riporto di seguito la ricetta più o meno....dato che ho preso veloci appunti mentre mi spiegava la sua preparazione.

Gazpacho
Ingredienti:1 cucchiaio di aceto,1 spicchio di aglio, 4 cucchiai di olio evo, sale, pepe, 4 uova sode, 1000 grammi di pomodori san marzano,3 peperoni, peperoncino a piacere, 3 cipolle, 4 fette di pane raffermo, 1 cucchiaino di paprika,3 cetrioli-

Sbucciare i pomodori e tagliarli a fette, pulire i peperoni togliendo le coste bianche e i semi, sbucciare i cetrioli e tagliare entrambe le verdure a pezzetti.Tagliare la cipolla. Ammorbidire il pane con acqua e aceto. Frullare col mixer il pane, i pomodori, i cetrioli, i peperoni, la cipolla e l'aglio. Far raffreddare in frigorifero per almeno un'ora. Servire in tavola con cubetti di pane tostato, dadi di peperone e uova sode tagliate.

domenica 2 agosto 2009

Salade niçoise


Primo veloce post di agosto che, dato le temperature torride e l'afa di questi giorni, è una ricetta facilissima e soprattutto fresca. L'ho composta venerdì sera per un'altra delle nostre cene tra amiche. Questa volta è stata una "Cena Internazionale", dove ognuna di noi si è prodigata nel riprodurre un piatto tradizionale estero. Io ho fatto questa insalata tipica della costa azzurra e gli spätzle agli spinaci, ma per ora vi presento questa:

Salade niçoise

Ingredienti: 2 patate lesse, due manciate di fagiolini lessi, insalata, 1 pomodoro, 1 cetriolo, 1 piccolo peperone giallo, tonno, 3/4 uova sode, olio, aceto e sale.

Preparare gli ingredienti in un'insalatiera capiente, condire a piacere con olio, sale e aceto.

giovedì 30 luglio 2009

Fiori di zucca in tempura



In questo periodo dell'anno amici e parenti ci deliziano spesso regalandoci frutta e verdura coltivata da loro e vi assicuro che hanno un sapore di gran lunga più gustoso di quelli acquistati al supermercato. Forse dovrei comprare al mercato, ma per ragioni di tempo e scomodità non ci vado mai-
Domenica i nonni di mio marito ci hanno donato i frutti del loro orticello: pomodori, cetrioli, basilico, prezzemolo e i fiori di zucca.
Fiori di zucca...questi sconosciuti...
E' stata la mia prima volta con questi fiori e ho deciso di affrontarli con una ricetta semplice semplice:devo essere sincera....mi sono piaciuti molto. Delicati e saporiti al tempo stesso. E poi, la pastella fatta seguendo la ricetta della tempura è risultata leggera e croccante (anche se la prossima volta, invece di una padella, utilizzerò un altro tipo di pentola per friggerli)

Fiori di zucca in tempura
Ingredienti: fiori di zucca puliti, abbondante olio per friggere.
Ingredienti per la tempura:1 tuorlo, 100 g farina setacciata, acqua gasata gelata (circa 100 ml).

Preparare la tempura sbattendo bene il tuorlo con l'acqua ghiacciatta e aggiungendo la farina setacciata senza far formare grumi. Portare l'olio in temperatura, immergere i fiori di zucca nella pastella, appoggiarli nell'olio caldo e friggerli per qualche minuto da una parte e dall'altra. Scolare e appoggiare su carta assorbente. Salare e gustare

lunedì 27 luglio 2009

Praline al cocco


Praline al cocco o... praline di compleanno? Ebbene si, oggi è il mio compleanno e l'ho passato a casa. Da un po' di anni ho preso il vizio di prendermi un giorno di ferie in corrispondenza con questa "fatidica data" e lo trascorro pacifica a casa a far quello che mi passa per la testa. Oggi, ad esempio, ho fatto il giro del lago di Varese in bicicletta con mio papà, ho invitato mia nonna a pranzo, poi sono andata a trovare l'altra nonna, a far la spesa e ho cucinato per poter portare qualcosina domani in ufficio. Nonostante questo caldo, ho acceso il forno ed ho prodotto quanto segue:
- crostata cioccolato e pere
- plumcake ricotta e limone
-
brownies


E senza usare il forno ho fatto:


Praline al cocco

Ingredienti: cocco disidratato grattuggiato , latte condensato, cacao amaro in polvere (vanno un po' dosati ad occhio fino ad ottenere una pasta che "sta insieme")


Mescolare il cocco con il latte condensato fino ad ottenere un composto non troppo appiccicoso. Formare delle palline tra le mani e passarle nel cacao. Posizionare le praline nelle monoporzioni. Facile no?

venerdì 17 luglio 2009

Pane al latte....il primo pane non scorda mai

Il primo pane non si scorda mai....e così sarà!
Era da un bel po' di tempo che riflettevo sull'acquistare (o farmi regalare) la macchina del pane. Mi sono informata, ho letto ricette, trucchi e consigli...l'unica cosa che mi ha frenato è stato il fatto che, per ora, la mia cucina è piccola e tutte le basi d'appoggio sono super-sfruttate.
Ma quando si dice il destino....mia nonna Jone ha vinto la macchina del pane alla lotteria del paese!!!! e indovinate un po'?!? Dopo un paio di settimane la macchina del pane è finalmente giunta a casa mia! E' una Severin, direi modello super base, ma ho provato subito a fare una prova e devo dire che il risultato non è stato niente male! Certo... c'è ancora un bel po' di strada da fare per avere il pane perfetto, ma noi ci siamo mangiati delle belle fette spalmate di nutella per 2 - 3 giorni a colazione!

Vi lascio la ricetta con una promessa ( o forse una minaccia...): presto proverò a fare un altro pane

Pane al Latte

Ingredienti: 8gr lievito di birra, 500gr farina 00, 8gr sale, 3gr zucchero, 460ml latte

Mettere il latte nella macchina del pane, aggiungere la farina, sale, zucchero e per unltimo il lievito. Per la mia macchina il programma è il n.1 con cottura di 40min.

venerdì 10 luglio 2009

Risotto zucchine e caciotta fresca


Un'altra settimana volge al termine. Spero che il week end ci regali delle belle giornate di sole per fare delle passeggiate nei dintorni. Bastano pochi minuti e si è immersi nella natura, si svaga la mente e si fa un po' di sano moto. Durante la settimana, se riesco a tornare abbastanza presto dal lavoro, vado a passeggiare a Vegonno, nella Valle dei Filosofi, una località entrata da qualche tempo nei beni conservati dal FAI. Ma devo ammettere di essere fortunata: qui nel Varesotto le opportunità per fare belle passeggiate ed escursioni sono numerosissime.

Ma passiamo alla ricetta di oggi: risotto zucchine e caciotta fresca. Il risotto....ma quanto è buono il risotto? Noi lo amiamo alla follia!In ogni modo, con qualsiasi ingrediente!

Risotto zucchine e caciotta fresca

Ingredienti x 2 persone: 180gr riso Carnaroli, 650ml brodo vegetale, cipolla affettata, un pezzetto di burro, 2 zucchine tagliate a piccoli pezzi, 1/4 di caciottina fresca, 1/2 bicchiere di vino bianco.


Far appassire la cipolla con un pezzetto di burro. Unire le zucchine e far cuocere qualche minuto aggiungendo un paio di cucchiai di brodo. Aggiungere il riso e farlo tostare. Sfumare con il vino bianco. Aggiungere il brodo poco alla volta portando il riso a cottura. Qualche minuto prima del termine della cottura aggiungere la caciottina tagliata a cubetti. Mantecare bene e lasciar riposare qualche minuto prima di servire.

martedì 7 luglio 2009

Muffin alla marmellata di fragole


Il caldo si fa sentire....almeno durante il giorno! Di sera, fortunatamente, spesso fa il cosiddetto "sguazzotto" che rinfresca l'aria e che mi fa dormire bene e al fresco.
Domenica, l'ho fatto lo stesso....ho acceso il forno! per fare questi splendidi muffin la cui ricetta riporto pari pari dal blog di Camomilla, alias Fior di Frolla.
Il suo blog è sempre fonte di un sacco di spunti!
Li ho anche portati per la pausa caffè in ufficio e sono spariti in un secondo!

ecco la ricetta:

Muffin alla marmellata di fragole

Ingredienti:140 gr di zucchero, 250 gr di farina, 1 cucchiaino di lievito, 1 cucchiaino di bicarbonato,85 gr di burro fuso, 2 uova, 200 ml di latte, 1 bustina di vanillina, 1 cucchiaino di marmellata di fragole per ogni muffin.

In una ciotola miscelate insieme gli ingredienti secchi quindi la farina, lo zucchero, il lievito ed il bicarbonato. In una seconda ciotola lavorate gli ingredienti liquidi, quindi sbattete le uova, unitevi il burro precedentemente fuso, il latte e mescolando bene in modo da amalgamare tutti gli ingredienti.
Unite i due composti mescolando sommariamente e compiendo un massimo di 12 giri.
Versate il composto negli appositi contenitori foderati con i pirottini di carta da forno riempiendoli per circa ¾ in questo modo: disponete una prima cucchiaiata di impasto, poi una di marmellata al centro e terminate con un’altra cucchiaiata di impasto. Cuocete nel forno già caldo per circa 20 minuti a 190°.

venerdì 3 luglio 2009

Trofie al pesto accomodato


Nonostante l'impegno devo ammettere, a malincuore, di non avere il pollice verde.
Ci provo, mi impegno....mi applico! Parlo alle mie piantine e cerco di annaffiarle e curarle bene...ma spesso (molto spesso) si "suicidano". Durano giusto quella settimana e poi si afflosciano tutto di colpo.
Quest'anno ho persino deciso di rinunciare ai gerani sul balcone perchè l'anno scorso, tra parassiti e grandinate, saranno stati belli un paio di settimane.
Ma....quest'anno mi sono data alla coltivazione delle piante aromatiche e devo ammettere che (lo sico a bassa voce) mi stanno dando grosse soddisfazini: menta, timo e rosmarino sembrano essersi ambientate benissimo sul terrazzo. E il basilico....è profumato e delizioso! E proprio con le foglioline del mio basilico ho fatto questa pasta:

Trofie al pesto accomodato
Ingredienti per 2: 180gr di trofie, due patate lesse piccole e qualche fagiolino, 10/15 foglie fresche di basilico, 1 cucchiaio di pinoli, uno spicchio d'aglio, grana grattuggiato (forse sarebbe stato meglio il pecorino), olio e sale q.b.

Lessare le trofie al dente.
Nel mentre frullare le foglie di basilico pulite con lo spicchio d'aglio, il grana, un filo d'olio e qualche cucchiaio d'acqua di cottura della pasta. Il pesto deve risultare abbastanza liquido. Versare il persto in una padella e aggiungere le patate lesse tagliate in pezzi e i fagiolini. Far scaldare.
Scolare la pasta e farla saltare il padella col pesto per qualche minuto così da amalgamare bene il sugo.

domenica 28 giugno 2009

Melanzane grigliate


Eccomi qui....tornata da 4 giorni in montagna che mi hanno davvero rigenerato!Siamo stati a Merano e, come al solito, il verde delle valli, la tranquillità, i meli, gli orti, i prati, i fiumi....mi danno tantissima serenità e mi rigenerano nel profondo!Peccato che il tempo non sia stato dei migliori....ma comunque ce l'ha data buona e non ha piovuto!

Ed eccomi qui con una ricettina veloce e semplicissima, che sicuramente tutti conoscono! Io per la prima volta ho condito le mie melanzane con un trito di foglioline di menta (quella del mio balcone!) e mi è piaciuta tantissimo:

Melanzane grigliate
Ingredienti: melanzane, sale, olio, 1 spicchio d'aglio, foglioline di menta a piacere.

Affettare le melanzane, adagiarle in un insalatiera cospargendole di sale per farle spurgare.
Cuocere le melanzare sulla bistecchiera e farle raffreddare. Tritare l'aglio e le foglioline di menta, emulsionarli con l'olio e un po' di sale. Posizionare le melanzane in una vaschetta e condirle con l'olio preparato. Far riposare almeno un paio d'ore.

Ed ora ringrazio Paoletta e Donatella per questo giochino che riporto di seguito:

bisogna elencare 5 desideri, 8 cose da fare da qui all'eternità e infine passarlo a 10 blog.

5 desideri:

1) allargare la famiglia

2) comprare e sistemare casa

3) viaggiare

4) essere un po' soddisfatta del mio lavoro

5) realizzarmi nelle mie passioni e nei mie hobby


Le 8 cose da fare da qui all'eternità:

1) andare a Parigi

2) andare a New York

3) essere più equilibrata nelle mie emozioni

4) continuare a coltivare le mie amicizie

5) coltivare un orto

6) essere un po' più fatalista

7) suonare più spesso la chitarra

8) cercare sempre di sorridere, anche nelle difficoltà


Ed ora la parte più difficile: passo questo giochino a

Sempre in cucina con allegria

Semi di papavero

A tavola con Mammazan

Sale Marino


anche se sono solo 4 mi perdonate???


sabato 20 giugno 2009

Focaccia al pomodoro e aperitivo del baratto


Anche questa settimana è stata delirante....
non riesco a capire come mai, ma in questo periodo esco tardi dall'ufficio e non ho molto tempo né per cucinare, né per il blog e tantomeno per fare altro (ma mi sono impegnata e sono andata in piscina giovedì sera!!!).
Ma da oggi sono ufficialmente in ferie! Una meritata settimana di riposo e domani si parte! Meta: Merano, sperando nella clemenza delle condizioni atmosferiche così da poter fare qualche bella passeggiata e anche una biciclettata!
Ma stasera ho anche partecipato ad un bellissimo aperitivo a casa della mia amica Luana!L'aperitivo del baratto!
Ognuna di noi ha portato qualche vestito che non usa più (o che non ha mai usato!), libri letti, qualche crema e bagnoschiuma di troppo ricevuto in regalo, qualche doppione magari ricevuto in occasione del matrimonio (io ho ricevuto in tutto 4 servizi da caffè....) e poi....chiacchierando a mangiucchiando qualcosina....abbiamo barattato la nostra merce! E' stato davvero molto simpatico! Ed io sono tornata a casa con 2 romanzi gialli, un libricino sul Natale e una crema corpo alla cannella! E mi sono liberata di un servizio da caffé, due libri e una candela bordeaux grossissima!

Ma veniamo alla focaccia che ho preparato per l'occasione:

Focaccia con pomodoro

Ingredienti: 500gr farina, 2 pizzichi di sale fino, una bustina di lievito di birra, 2 cucchiaini di zucchero, due cucchiai d'olio, 1 pomodoro, origano e sale grosso.

Impastare la farina con 2 cucchiai d'olio, sale fino, e circa 25cl di acqua calda in cui si è preventivamente sciolto il lievito e i due cucchiaini di zucchero. Formare una palla e far riposare circa 3 ore. (io l'ho fatta la mattina alle 8, alle 12 ho rimpastato tutto aggiungendo un po' di farina e ho lasciato lievitare ancora per 3 ore).
Stendere la pasta con le mani unte di olio in una teglia, disporre sopra la pasta il pomodoro tagliato sottile dopo averne eliminato i semi. Cospargere di origano e sale grosso. Ungere con un po' d'olio. Cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 35min.

A presto!
ps: spero di trovare a Merano qualche bel libro di ricette tipiche tirolesi!

domenica 14 giugno 2009

Brownies

Sono in partenza....per una bella gita!
ma visto che mi sono alzata un po' in anticipo rispetto al programma, sono qui al pc che posto super-rapidissimamente la ricettina che ho eseguito ieri per portare il dolce alla cena dalla dolcissima Chicca!

Chicca è stata una mia compagna di classe, una di quelle amiche che, dopo essere state 6 ore insieme a scuola, torni a casa e chiami per farci ancora 2 ore al telefono! Mi ricordo i rimproveri di mia mamma per le bollette!!! Ma avevamo sempre un sacco di cose da dirci e da raccontarci!
Ora Chicca è la splendida mamma di due meravigliose bambine, Anna e Emma, e purtroppo non ci vediamo spesso come vorrei! Ma ieri ce l'abbiamo fatta: abbiamo passato un po' di tempo insieme e siamo state come al solito benissimo!
Passiamo dunque alla ricetta dei brownies: ho cercato qua e la e alla fine ho utilizzato questa ricetta della bravissima Cindy (che non contiene ne noci ne nocciole, visto che la mia amica Robi, presente alla cena, è allergica)

Brownies
Ingredienti: 4 uova, 140gr zucchero, 110gr farina, 140gr cioccolato fondente, 110gr burro, 2 cucchiaini di caffè solubile, un pizzico di sale, 1 cucchiaino di lievito.

Sciogliere a bagnomaria il burro e il cioccolato. Una volta sciolti e ben amalgamati, aggiungere il caffè solubile.
In una ciotola, sbattere le uova con lo zucchero fino a renderle spumose, aggiungere la farina, il sale e il lievito.
Unire i due composti e versare tutto in una teglia 20x30. Cuocere 20/25min a 180°.
Sfornare e lasciar raffreddare. Una volta freddo, tagliare a quadrotti e spolverizzare con zucchero a velo.

Ed ora scappo a fare i panini! e vado a camminare un po'!
Buona domenica a tutti!

martedì 9 giugno 2009

Peperoni ripieni

Ma dopo quei 4 giorni di caldo afoso di maggio, dov'è finito il bel tempo? Non so dalle vostre parti, ma qui a Varese sono due giorni che continuano ad esserci vento e temporali! Le temperature si sono abbassate e, nonostante mi ostini a mettere le magliette a maniche corte, ho proprio freddo!
Detto questo....ieri ho pensato: toh....sfrutto l'occasione e preparo qualcosa con il forno. Però qualcosa di veloce che poi voglio vedere Ghost Whisperer alla tele e non ho voglia di mangiare di corsa....
Quindi> Peperoni Ripieni! Ci ho messo davvero poco, sono gustosi e facilissimi! Devo ammettere che, nonostante fosse sera e nonostante non avessi provveduto a spellare i peperoni a dovere, non sono stati per niente pesanti!

Peperoni Ripieni
Ingredienti per 2 persone: 1 Peperone (io l'ho usato rosso),300gr di carne trita, mezzo panino ammollato nel latte, 1 spicchio d'aglio tritato, 1 manciata di grana grattuggiato, 1 uovo, pepe e sale q.b.

Lavare il peperone, tagliarlo a metà e togliere semini e filamenti bianchi.
In una ciotola mescolare la carne con tutti gli ingredienti restanti. Riempire le metà dei peperoni con il composto di carne. Appoggiare i peperoni ripieni in una teglia leggermente unta d'olio. Infornare a 180° per circa 30minuti.

venerdì 5 giugno 2009

Eliche alla caprese

Eccomi qui! ci credete che la settimana "corta" è stata davvero stancante?!?!?! ora sono a casa (avevo proposto un'uscita - panino al maritino che però è a pezzi) in attesa che si cuociano le patate bollite per una cena super semplicissima: patate lesse, salamino, formaggio preso all'azienda agricola Valleluna (che consiglio a chi abita a Varese o nei pressi: ottimo formaggio prodotto da loro con il latte delle loro splendide mucche!Ho preso del formaggio tipo casera, primo sale e una similcertosa!).

Volevo postare una semplicissima ricetta di una pasta fredda, fatta anche questa in occasione della festicciola di lunedì. Niente di pseciale, ma è un'idea come un'altra per le "paste fredde" che si consumano quando inizia la bella stagione. L'idea, o meglio il suggerimento, è arrivato sfogliando
Sale e Pepe di Giugno , che proponeva lo stesso condimento con un formato di pasta diverso: gli gnocchetti sardi.
Io l'ho fatta così:

Eliche alla Caprese
Ingredienti: 350gr eliche integrali, 2 mozzarelle tagliate a cubetti, pomodori datterini tagliati in due, olive nere, capperisotto sale, olio Evo e basilico (della mia piantina che sta sopravvivendo!!!!)

Lessare la pasta. Scolarla al dete e farla raffreddare aggiungendo subito un po' di olio per non farla attaccare.. Intanto, in una capiente ciotola, mettere tutti gli ingredienti del condimento tagliati e mescolati. Aggiungere la pasta, mescolare bene e far riposare qualche ora. Non servire fredda da frigo!

Poi volevo ringraziare moltissimo Federica di La cucina di Collefiorito per questo premio
carinissimo











e volevo a mia volta giralo a due degli splendidi blog che seguo:
TORTINO AL CIOCCOLATO di Mari e Fra
LE MILLE E UNA DELIZIA di Giugiù

mercoledì 3 giugno 2009

Peperoni all'Acciuga di Adriana

Per questa ricettina semplicissima e molto molto gustosa devo ringraziare mia suocera Adriana. Dovete sapere che è davvero bravissima a cucinare, tanto che spesso le abbiamo chiesto se non fosse il caso di....aprire una trattoria! In effetti, quando andiamo a mangiare da lei, ci delizia sempre con dei piattini gustosi, a volte ricercati e nuovi, a volte molto molto semplici!
L'altra sera siamo usciti a cena insieme e lei stava preparando questi deliziosi peperoni per il pranzo della domenica. Mi sono fatta raccontare la ricetta e ci ho provato anche io! Forse ho un po' esagerato con l'aglio, ma devo ammettere che sono buoni, veloci e leggeri! Io che non digerisco i peperoni, questi non li ho proprio sentiti!

Peperoni all'Acciuga
Ingredienti: 2/3 peperoni belli sodi, 2 spicchi d'aglio, prezzemolo, filetti di acciuga, olio Evo, sale

Mettere i peperoni sulla griglia del forno e cuocere a 200° per circa 15/20 minuti (fino a quando la pelle non è abbrustolita e si riesce a levare per bene).
Levare la pelle e i semini ai peperoni e tagliarli a listarelle. Posizionarli in un recipiente o in un piatto in modo che non siano sovrapposti. Mescolare in una tazza olio, sale q.b., prezzemolo a piacere e l'aglio tritato finemente. Bagnare i peperoni con l'olio. Posizionare sui peperoni filetti di acciuga a piacere. Far riposare per qualche ora affinchè i peperoni si insaporiscano per bene.

martedì 2 giugno 2009

Polpettine di pollo e Zucchine

Eccomi qui....a raccontarvi come è andata la nostra festa e a postare un'altra ricettina sperimentale preparata ieri (e ce ne saranno altre durante questa settimana!).
Inizio con il raccontarvi che, per malattie e defezioni varie, alla fine eravamo solo in 6! Ma ...ci siamo divertiti un sacco e abbiamo fatto pure il karaoke!
Tutti i manicaretti preparati sono stati apprezzati e sono anche scomparsi nel giro di brevissimo tempo!

Ecco allora queste polpettine semplici e voloci che non avevo mai fatto, ma che, devo ammettere, mi sono piaciute moltissimo.

Polpettine di pollo e zucchine
(ricetta tratta da Colazione e Brunch - Food Editore)

Ingredienti: 2 zucchine, 450gr di pollo macinato, 100gr pancarrè, 1/2 bicchiere di latte, 1 uovo, parmigiano gratuggiato, sale, pepe, curry, zenzero e noce moscata (la quantità delle spezie a piacere), farina bianca, olio per friggere.

Ammollare il pancarré nel latte. Lavare le zucchine e tagliarle a jullienne. In una terrina unire il petto di pollo macinato, le zucchine, il pancarré ammollato nel latte, il parmigiano e l'uovo. Salare e unire le spezie. Formare con il composto delle polpettine e passarle nella farina. Friggere in olio caldo finchè non saranno dorate. Asciugarle su carta assorbente da cucina. Si possono gustare fredde o tiepide, magari accompagnate da un'insalatina fresca.

lunedì 1 giugno 2009

Sfogliatine alla Pesca


I preparativi per il nostro Black&White Dinner party sono proseguiti anche oggi! Ho fatto un po' i conti e dovremmo essere circa in 10... speravo partecipassero un po' più di amici, ma tra fidanzati, altri inviti e così via, siamo rimasti noi!
beh...il lato positivo è che non mi devo fare prestare le sedie! ;-)
Questa mattina ho preparato anche l'ultima parte del dolce! L'idea l'ho presa sul numero di
Sale e Pepe di Giugno. Non le ho ancora assaggiate, ma il profumo è davvero invitante....e poi sono stra-semplici!

Sfogliatine di Pesca
Ingredienti: pasta sfoglia pronta, 3 pesche, zucchero semolato, zucchero a velo.

Ricavare dei cerchi nell pasta sfoglia e posizionarli sulla teglia rivestiti di carta forno. Lavare le pesche, eliminare il nocciolo e tagliarle a fettine sottili. Posizionare 3 o più fettine di pesca su ogni disco di pasta sfoglia. Cospargere con un po' di zucchero semolato. Infornare a 200° per 15 minuti circa. Lasciar raffreddare e cospargere con zucchero a velo.

domenica 31 maggio 2009

Mini Budini per Black&White Dinner Party


Questi giorni di vacanza li sto dedicando al riposo. Sono reduce da un periodo bello tosto come già raccontavo. Basti sapere che ieri mi sono svegliata, ho stirato e poi mi sono rimessa a letto e ho dormito fino alle 13.30!!! però avevo anche un sacco di voglia di organizzare una piccola festicciola tra amici: un buffet o un aperitivo....e così abbiamo deciso che lunedì sera si festeggia, senza nessun motivo particolare per festeggiare :-)
Inoltre, per fare qualcosa di diverso dal solito, la festicciola sarà a tema:

Black&White Dinner Party con tutta la tavola in tinta e gli invitati (alla fine i soliti amici) vestiti in nero e/o bianco. Ho iniziato stasera a fare qualcosina, tra cui questi mini budini, già assaggiati dal marito che ha dato la sua approvazione.

Mini Cream Caramel
Ingredienti: cream caramel, 1/2 lt di latte,
PEr la preparazione seguire le indicazioni sulla confezione di cream caramel.

Mini Budini con savoiardi

Ingredienti: budino al cioccolato, savoiardi, alchermes. Fare il budino al cioccolato come da istruzioni sulla scatola. Immergere i savoiardi in una bagna fatta con 1 parte di alchermes e 1 parte di acqua. Nella forma da budino mettere savoiardi inzzuppati nella bagna, coprire con il budino, poi ancora savoiardi e budino. Far raffreddare e servire.