venerdì 31 dicembre 2010

Auguri di vero Cuore

Quest'anno oramai agli sgoccioli è stato un anno difficile per tantissimi motivi che non sto qui ad elencare. Questi giorni di vacanza sono serviti a darmi nuova spinta per affrontare con coraggio e determinazione il 2011, che già da qui si preannuncia un anno intenso, ricco di sfide. 

Ed ora vorrei fare un po' di auguri:
  • alla mia famiglia fatta di persone tutte diverse e tutte simili, che si vogliono bene anche se la pensano diversamente, sempre presenti gli uni per gli altri nei momenti di gioia e nei giorni piovosi
          AUGURI
  • a tutti gli amici, vicini e lontani, agli amici con i quali si condividono fasi importanti della vita; agli amici che, a causa della vita frenetica, si vedo poco spesso (ma che ogni volta ringrazi il cielo di avere accanto); agli amici che si scoprono nei luoghi più impensati e nelle situazioni più disparate; agli amici che ti sostengono e a quelli a cui tendo la mano; agli amici che sono più di amici, sono fratelli nel cuore 
          AUGURI
  • a tutti gli amici di questo immenso mondo virtuale, che passano a salutarmi e che mi danno buone idee, mi divertono, mi deliziano e mi danno anche l'ispirazione per passare del tempo ai fornelli, tempo mai sprecato perchè mette in moto la mia creatività, nell'intenzione di produrre qualcosa di speciale per le persone che mi stanno accanto
          AUGURI 
  • a tutti, ma proprio tutti....compresa me stessa AUGURI DI BUON ANNO NUOVO

Cuori alle nocciole
Ingredienti: 200gr farina, 50gr nocciole tritate, 120gr burro, 1 uovo, 1 cucchiaino di lievito vanigliato

In una ciotola versare la farina, le nocciole tritate e il lievito. Aggiungere il burro ben ammorbidito tagliato a tocchetti e l'uovo. Impastare fino ad ottenere una palla di frolla liscia e compatta. Avvolgere la pasta e lasciarla riposare in frigo per circa 30 minuti. Stendere la pasta su un piano infarinato, ritagliare i biscotti e cuocerli per circa 8 minuti a 180°. 

mercoledì 29 dicembre 2010

Lasagne ai funghi

Natale è passato.... mi meraviglio sempre di come questa festa, attesa con trepidazione e preparativi, poi passi in un baleno! Le giornate sono state ricche di incontri con parenti ed amici e sono trascorse nella piacevole sensazione che, almeno una volta all'anno, ci si possa tutti ritrovare con calma e serenità per condividere del tempo insieme. Questa settimana poi ho la fortuna di essere in ferie e sto cercando davvero di andare a trovare tutti glia mici ch enello scorrere frenetico delle giornate e delle settimane, non sempre riesco a vedere.

Vi lascio la ricetta di queste lasagne comodissime da preparare il giorno prima (o qualche settimana...poi si congelano e si passano in forno nel momento desiderato).

Lasagne ai funghi (per 4 persone)
Ingredienti: pasta per lasagne, 350 gr funghi (io ho usato quelli surgelati), 250gr ricotta, parmiggiano, besciamella (se la fat evoi è più buona....per comodità ho usato quella già pronta), prezzemolo, 1 spicchio d'aglio, olio, sale.

Trifolare i funghi con un cucchiaio d'olio e l'aglio aggiungendo il prezzemolo all'ultimo. Farli raffreddare. Frullarli ed aggiungerli in una ciotola alla ricotta. Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo. In una teglia versare un po' di besciamella, posizionare la pasta e poi aggiungere la crema ai funghi, un cucchiaio di besciamella e una bella spolverata di grana. Continuare ad alternare gli ingredienti fino all'altezza desiderata. Per ultimo uno strato di besciamella bel spolverizzato con il grana. Cuocere in forno a 180° per 40 minuti circa.

lunedì 20 dicembre 2010

Ricci al rhum e cioccolato


Natale si avvicina....come siete messi con i regali? ma soprattutto, come siete messi con le leccornie da portare agli amici? Io apprezzo moltissimo tutti i pensieri (culinari e non) fatti a mano con tanto amore e passione. E' proprio il tempo che le persone dedicano nel fare A MANO i regali  il dono più grande e meraviglioso che si possa ricevere e che possiamo fare alle persone che ci sono vicine.
Ed infatti, eccoci alla produzione natalizia di biscotti. Tra ieri e domenica, con l'aiuto della mia amica Roberta, peno di averne fatti almeno 3 kg di diverse forme e di diverso gusto. Inizio con il postare questi simpatici ricci, facilissimi e molto d'effetto. Io ho poi fatto dei sacchettini da regalare agli amici e ne ho portati ben tre scatole in ufficio per augurare delle buone feste ai colleghi.

Ricci al rhum e cioccolato
Ingredienti: 200gr farina, 50gr farina di riso, 100gr burro morbido, 100gr zucchero, 1 uovo,1/2 bustina di lievito, 2 cucchiai di rhum (o aroma al rhum), glassa al cioccolato per guarnire

Lavorare le farine con il lievito, il burro a tocchetti, l'uovo, lo zucchero e il rhum. Formare una palla liscia e lasciarla riposare avvolta nella pellicola per circa mezz'ora in frigo. Stendere la pasta su un piano infarinato, ricavare i biscotti e posizionarli su una teglia coperta di carta forno. Cuocere circa 8 minuti a 180gr. I biscotti devono essere dorati. Farli raffreddare. Intanto sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Spennellare una parte del biscotto e far rassodare la glassa prima di mettere i biscotti in una scatola di latta. Si conservano per circa 1 settimana....se durano!

domenica 5 dicembre 2010

Knödeln

Avete mai pensato ad un posto in cui vi trasferireste senza esitazioni? Un posto che vi piace, vi affascina e che vi rimane nel cuore. C'è chi se ne andrebbe in una qualche località di mare (come mio marito) e c'è chi, come me, vorrebbe una baita in mezzo alle montagne (e in  questo periodo anche in mezzo alla neve). Io mi trasferirei senza indugio in Alto Adige: mi piacciono i luoghi, la natura, le tradizioni e la cucina. Dall'ultima gita fatta a Merano mi sono portata a casa un bel sacco di pane secco per Knödeln (canederli) e oggi ho provato a farli. Risultato: OTTIMO! La ricetta è presa dal libro Cucinare nelle Dolomiti

Knödeln 
Ingredienti (per circa 8 knödeln)
150gr di pane secco/pane per knödeln tagliato a cubetti, 1/2 cipolla, 80gr di speck tagliato a dadini, 20gr burro, 2 cucchiai di farina, 100ml latte, 2 uova, prezzemolo, erba cipollina, sale, brodo di carne

Versare il pane tagliato a dadini in una ciotola capiente. Fare imbiondire la cipolla tagliata a cubetti con il burro e unirla al pane mescolando bene. Unire il latte, le uova, il prezzemolo, un un pizzico di sale.In un'altra ciotola mescolare bene lo speck con la farina e poi unirlo al composto di pane. Far tirare bene il composto e lasciarlo riposare15 minuti. Formare delle palle con le mani e con l'aioto di un cucchiaio per lisciare bene la superficie. Cuocere in acqua bollente per circa 10/15 minuti. Servire con il brodo caldo spolverizzandoli di erba cipollina tagliata al momento.

martedì 30 novembre 2010

Fiocchi di neve e Stelle alla Ricotta



Non so per quale arcana ragione non riesco a pubblicare la foto di queste tortine per il giusto verso....ci riprovero' domani.

Stasera qui a Varese ha iniziato a nevicare: sono scappata dall'ufficio e sono corsa a casa, saltando, purtroppo, la cena dai miei e il corso di fotografia. Ma le previsioni, che si sono puntualmente avverate, davano neve a partire dalla serata e ho preferito non rischiare. Cosi', a casa presto come non mi capitava da tempo, ho deciso di fare questi dolcetti per la colazione di domani e di sperimentare il mio nuovo stampo a stella. Mi sembrano una buona idea per le colazioni natalizie...

Stelle alla ricotta e gocce di cioccolato 
Ingredienti: 300gr ricotta, 250gr farina, 150gr zucchero, 2 uova, 50gr burro, mezza bustina di lievito, gocce di cioccolato, vanillina (io ho usato mezza fialetta di estratto di vaniglia).

Sbattere bene le uova con lo zucchero. Lavorare in un'altra ciotola la ricotta, aggiungere il composto con le uova, il burro fuso e la farina a cucchiaiate mescolata con il lievito. Aggiungere per ultime le gocce di cioccolato. Riempire gli stampini e cuocere circa 20 minuti a 180 gradi (fare la prova stecchino!).

sabato 20 novembre 2010

Flan di zucca e patate


Questo autunno ho scoperto la ZUCCA! Ho sempre mangiato i tortelli, soprattutto in occasione di qualche gita nel mantovano, oppure il risotto, ma non avevo mai preparato la zucca in altro modo. Invece, complice anche la mia amica Marta, quest'autunno ho provato a preparare la zucca al forno (squisita) e ieri mi sono dilettata in questi piccoli flan che ho trovato buonissimi ed anche molto belli da presentare.

Flan di zucca e patate
Ingredienti: 250gr di zucca (io ho usato quella già tagliata a dadini), 2 patate, un cucchiaio di formaggio molle (io ho usato la crescenza), 1 uovo, 1 pezetto di burro, parmigiano grattuggiato, sale e pepe q.b.

Far lessare i cubetti d i zucca con le patate tagliate anch'esse a dadini. Passare con lo schiacciapatate e raccogliere la purea in una ciotola capiente. Unire il formaggio, l'uovo, il burro e il sale e pepe. Versare la purea nei contenitori adatti al forno, spolverizzare con il parmigiano grattuggiato. Cuocere in forno per 15/20 minuti a 180gradi  fino a che la superficie non risulti bella gratinata.

giovedì 18 novembre 2010

Patate duchessa


Non sono pigra....in realtà questa mia assenza dal blog e dalla cucina dipende unicamente dal fatto che, da buona aiutante di babbo Natale, in questi giorni mi sono data da fare con il mio secondo hobby. Adesso vi spiego: da qualche anno mi diletto a fare collane, collanine, braccialetti ed orecchini e, sotto periodo Natalizio, la produzione mi assorbe praticamente tutte le sere ed i week end!
In realtà, qualcosa in cucina lo combino lo stesso, ma nulla di impegnativo o stravagante. Un po' come queste patate duchessa, fatte per utilizzare un avanzo di patata lessa che spiaceva butar via.

Patate duchessa

Ingredienti: patate lesse (2/3), un goccio di latte, un uovo, grana grattuggiato, una noce di burro, noce moscata e pepe.

Schiacciare le patate. In un pentolino unire la purea di patate connil latte tiepido, l'uovo (se montate l'albume verrà un composto piu' gonfio), grana, burro, sale e noce moscata a piacere. Mescolare fino a rendere cremoso, ma sodo, il composto. Con una sac-à-poche formare delle montagnette su carta da forno. Infornare a forno caldssimo per circa 10 minuti o fino a quando i ciuffetti non saranno ben gratinati.

lunedì 1 novembre 2010

Tagliatelle con crema di Zola e Semi di Papavero

Questo week end lungo è stato caratterizzato dalla pioggia e dalla pigrizia conseguente. Ho acceso il camino, mi sono riposata, ho fatto qualche lavoretto (in realtà ho stirato una tonnellata di panni!!!) e ho cucinato. Ieri mi sono cimentata con un buon brasato e polente, oggi con qualcosa di piu' semplice e veloce, come queste tagliatelle:

Tagliatelle con crema di taleggio e semi di papavero

Ingredienti: latte, taleggio tagliato a tocchetti, tagliatelle all'uovo, due cucchiai di semi di papavero.

Mentre l'acqua bolle, mettere i tocchetti di zola con qualche cucchiaio di latte in un pentolino e sciogliere il formaggio a fiamma dolce. Lessare al dente le tagliatelle, metterle nel piattto e irrorarle con la salsa di formaggio e spolverare i semi di papavero.




domenica 17 ottobre 2010

Spaghetti con sugo di Polpo alla Luciana

Il polpo mi piace tantissimo. Di solito lo mangio in insalata con le patate. Ma sfogliando uno dei mille libri e giornali di cucina in giro per casa, ho trovato una buonissima ricetta per il polpo nella pentola di coccio.Cosi' un venerdi' ho provato a cucinare il polpo,  pensando di accompagnarlo poi con delle fettine di polenta abbrustolita. Purtroppo pero' dopo due ore di cottura, il polpo è risultato "ristretto* percio' ho preferito farci un bel sughetto per condire la pasta che è cosi' diventata un bel piatto unico.

Spaghetti con sugo di Polpo alla Luciana

Ingredienti: un polpo pulito (io ne ho usato uno congelato), 1/2 cipolla tagliata a velo, due cucchiai di olio, 2 dita di vino bianco, una confezione di pelati, spaghetti, prezzemolo tritato, sale.

Nella pentola di coccio scaldare l'olio e far imbiondire le cipolle. Sciacquare il polpo e asciugarlo con carta da cucina. Metterlo nella pentola a "testa in giu'" , sfumare con un goccio di vino bianco. Dopo qualche minuto aggiungere i pelati, coprire con il coperchio e lasciar cuocere lentamente per 2 ore. Quando il polpo è cotto, salare (poco) e tagliare a pezzetti. Nel frattempo lessare gli spaghetti. Unire il polpo, qualche cucchiaio di sughetto agli spaghetti. Spolverizzare con un po' di prezzemolo tritato.

lunedì 4 ottobre 2010

Torta di Mele e Nocciole....e siamo a 100

E con questo sono 100...100 post e sono felicissima di festeggiare con  tutti voi ringraziandovi di cuore per avermi seguito fino a qui e per aver partecipato a questo mio piccolo spazio! Grazie davvero!!! Per festeggiare avrei pensato ad una raccolta....ho già una mezza idea, ma devo ancora pensarla bene. Quindi abbiate ancora un po' di pazienza e per il momento godetevi questa ricetta. L'ispirazione viene da Sale e Pepe, numero di ottobre 2010, ma ho apportato alcune modifiche (come al solito).

Torta di Mele e Nocciole

Ingredienti per una torta diametro 20 cm : 150gr farina, 1 bustina lievito, 500gr  mele, 150gr nocciole tostate, 120gr zucchero, 150gr burro morbido, 1 uovo, un pizzico di sale.

Con una forchetta lavorare il burro morbido con 60gr di zucchero fino a che risulta cremoso. Aggiungere l'uovo. Frullare le nocciole con lo zucchero restante e mescolarle alla farina, al lievito e al pizzico di sale. Aggiungere il tutto al composto con il burro. Aggiungere le mele tagliate a tocchetti piccoli. Cuocere in forno a 180' per circa 50 minuti.

lunedì 27 settembre 2010

Si ritorna che è già autunno


Eccomi di ritorno dalle vacanze! in realtà é già da una settimana che sono ritornata al solito tran-tran dopo una bellissima e rilassantissima vacanza nell'isola di Kos (prometto a breve qualche scatto del magnifico
mare).
E rientrando ho trovato l'autunno. Probabilmente abituata ad altre temperature, sto soffrendo il freddo e penso di rifare il letto con il piumino leggero perchè stanotte avevo i piedi congelati.
Ma l'autunno non porta solo cose negative: sono ritornata in cucina con voglia di creare e di sperimentare. Per ora pubblico qualcosinadi super tradizionale...la prima ricetta che entrerà a far parte delle ricette della nonna!Piu' che l'arrosto, il puré di patate era un piatto che mia nonna cucinava per me spesso e volentieri, perchè entrambe ne eravamo golosissime! Un contorno semplicissimo che puo' essere ricco o leggero a seconda dei gusti.

Arrosto di vitello con puré di patate
Per l'arrosto: un arrosto di vitello di circa 800gr, 2 spicchi d'aglio, 1 bicchiere di vino, 1/2 bicchiere d'acqua, olio, pepe, sale, rosmarino, 2 chiodi di garotano, salvia.
Imbiondire nella pntola a pressione l'aglio con 273 cucchiai di olio. Rosolare l'arrosto da tutti i lati salandolo e pepandolo. Aggiungere i profumi e sfumare con il vino (io uso il rosso). Far evaporare, aggiungere (io procedo cosi:  cuocio per 20 min e poi sfiatô e do' una controllatina... eventualmente aggiungo un po' d'acqua. Se il sughetto risulta troppo liquido, a fine cottura lo faccio restingere cuocendolo per qualche minuto senza coprchio). Tagliare e servire caldo con un po' di sughetto.

Per il puré: 4/5 patate medio grandi, 500 ml latte, un pezzetto di butto, formaggio a piacere (grana, sottilette, crescenza), sale, noce moscata.
Lessare le patate. Schiacciarle e metterle in una pentola. Aggiungere il latte caldo mescolando. Aggiungere il burro, il formaggio e amalgamare bene. Sale e noce moscata a piacere. (a me il purépiace bello sodo....regolarsi con il latte)

sabato 4 settembre 2010

Vacanze

Finalmente anche per me è giunto il momento di salutarvi e di andarmi a rilassare su splendide spiagge bagnate da mari meravigliosi!
Ci vediamo fra 15 giorni!
un abbraccio a tutti

domenica 29 agosto 2010

Muffins del buon risveglio



Anche questa domenica fortunatamente il tempo è stato clemente. Mi sono svegliata in vena di preparare qualcosa di buono per colazione e cosi' ho preparato i muffins al cioccolato. Poi siamo andati a fare una bella passeggiata fra i boschi raggiungendo Brinzio dalla Rasa. Tutto il Parco del Campo dei Fiori è ricco di sentieri ben segnalati, di varie difficoltà e lunghezze ed è veramente un piacere percorrere queste valli e montagne godendo della natura che ci circonda. Vi consiglio vivamente di venire a fare un'escursione in zona!!!
A coronamento della passeggiata, ci siamo pure fatti una mangiata dagli Alpini: polenta e stufato d'asino....una goduria.

Ma veniamo alla ricetta dei muffin del buon risveglio

Muffins al cioccolato
Ingredienti: 2oogr farina, 1 vasetto di yogurt, 100ml di latte, 1 uovo, due cucchiai di cacao, cioccolato fondente a gocce (o pezzetti), 80gr di zucchero, 1/2 bustina di lievito, 80gr di burro fuso.

In una ciotola sbattere l'uovo con il latte, lo yogurt, e il burro. In un'altra ciotola unire la farina setacciata, il cacao, il lievito e lo zucchero. Unire gli ingredienti secchi a quelli liquidi mescolando brevemente. Unire i pezzetti di cioccolato. Riempire gli stampi per 2/3, cuocere in forno a 200 gradi per 20 minuti circa.

Approfitto poi per ringraziare pubblicamente l'amica Tita del bellissimo regalo che mi ha fatto: una mia foto da piccola scrappata con le sue mani.
Grazie Tita, ti voglio bene!

mercoledì 25 agosto 2010

Spaghetti con le cozze...quelle vere!!!

Forse il titolo di questo post ai più sembrerà alquanto strano. In realtà chi mi conosce sa che il mio scoglio principale in cucina sono i prodotti del mare: pesci, conchiglie e crostacei mi preoccupano! Piano piano sto cercando di affrontare le difficoltà seguendo ricettine semplici e poco impegnative. Anche perchè il novo impegno per questo autunno sarà sicuramente quello di cucinare, e quindi mangiare, più pesce.
Detto questo di seguito riporto semplicissima ricettina degli spaghetti fatti con le cozze (in offerta al supermercato e già fatte pre-pulire al momento dell'acquisto da quella specie di lavatrice in dotazione al banco pescheria).

Spaghetti con le cozze
Ingredienti per 2 persone: 180gr spaghetti, cozze (una retina), aglio, olio, 1/2 bicchiere vino bianco, pomodorini a piacere, un pizzico di peperoncino, una spolverata di prezzemolo.

Sciacquare le cozze (pre pulite!) e delicatamente rimuovere la barbetta. Grattarle un po' con una spazzolina. In una pentola larga, far scaldare due cucchiai d'olio e imbiondire uno spicchio d'aglio. Nel frattempo, preparare l'acqua per lessare gli spaghetti. Aggiungere all'olio e aglio i pomodorini tagliati a spicchi e farli appassire. Aggiungere le cozze ben scolate, il mezzo bicchiere di vino e coprire con il coperchio. Far cuocere circa 10 minuti o finché le cozze non saranno belle aperte. Aggiungere il peperoncino. Intanto preparare la pasta. Togliere le cozze dalla pentola e far restringere il liquido di cottura. Eliminare le cozze chiuse e sgusciarle lasciandone alcune con il guscio. Appena gli spaghetti sono pronti scolarli e farli saltare nella pentola con il fondo di cottura e le cozze. Spolverare con un po' di prezzemolo e servire.

giovedì 19 agosto 2010

Crostata di Mirtilli e Pesche con Crema di Ricotta


Domenica scorsa, cioé Ferragosto, avevamo in programma una bella grigliatona come si deve a casa di amici. Ma poi ci si è messo il tempo. Non so dalle vostre poarti, ma qui nel varesotto, da sabato, sembra proprio che l'estate sia finita. Io ho già messo il plaid sul letto, di sera chiudo tutte le finestre e la mattina, quando da eroina decido di indossare i sandali, mi gelano le punte delle dita! Ma non mi voglio rassegnare....io devo ancora andare in vacanza!!!! E'0 un po' come se per me l'estate non fosse ancora iniziata...e mi trovo già a dover tirar fuori il golfino dall'armadio?!?!?
Quindi domenica, per ovviare al problema del tempo, due cari amici sono venuti a pranzo da noi e abbiamo mangiato una bella polenta con il brasato (di cui a breve la ricetta).
E come dolce ho proposto questa bellissima crostata. La ricetta l'ho presa dal blog Pensieri e Pasticci di Simona, che ho recentemente scoperto, perchè mi ha subito colpito per la semplicità e la bellezza. Ho fatto solo una piccola modifica: ho usato la mia ricetta della pasta frolla e utilizzato la frutta che avevo in casa.
Risultato: squisita!

Crostata di Mirtilli e Pesche con crema di Ricotta
La ricetta originale di Simona la trovate qui

Ingredienti: per la pastafrolla come la faccio io: 250gr farina, 100gr zucchero, 100gr burro, 1 uovo, 1 cucchiaino di lievito, un po' di scorza di limone grattuggiata, un pizzico di sale.
Per la crema: 3 cucchiai di zucchero semolato, 250 gr.ricotta cremosa, 2 uova intere,mezzo cucchiaino di vaniglia bourbon in polvere (io ho usato un po' di aroma di vaniglia),1 cucchiaio di rhum.
Frutta a piacere: io ho usato mirtilli e pesche.

Preparare la pasta frolla con gli ingredienti senza di lavorarla troppo. Stenderla nella teglia e metterla in frigorifero. nel frattempo preparare la crema. Sbattere con la frusta le uova con lo zucchero, il rhum e la vaniglia, aggiungere la ricotta a cucchiaiate e mescolare fino ad ottenere una crema densa e liscia. Versare la crema sulla base, guarnire con frutta a piacere e spolverizzarla con un po' di zucchero. Cuocere a 180° per circa 35 minuti.

PS: Grazie SIMONA

sabato 14 agosto 2010

Paccheri ripieni alla Norma...di casa mia

Fino a qualche anno fa, da buona polentona, non avevo mai degnato questo formato di pasta di particolari attenzioni. Poi, il destino ha voluto che, nel 2001, mi traferissi, per ragioni di studio, sei mesi in quel di Napoli e...ho scoperto un mondo! Tralascio a malincuore la lista di tutte le bellezze della città, che non potrei elencare perchè sicuramente dimenticherei qualcosa. Pero' non posso esimermi dal citare le bellezze che piu' mi sono rimaste nel cuore:
E, affiancate alle bellezze artistiche di questa città, come dimenticare il profumo e il sapore delle specialità napoletane, prima su tutti sua Maestà La Pizza, poi la sfogliatella (che ho scoperto essere riccia o frolla), il babà, i friarielli. Potrei andare avanti per ore ad elencare le numerose bontà tipiche di Napoli.. che ricordi, che acquolina.

Ma veniamo ora alla ricetta del post: mi trovo per caso questo pacco di Paccheri in casa e con un fratello e fidanzata invitati per cena. Cosa cucino?

Paccheri ripieni alla Norma
Ingredienti per 4 persone: 300gr paccheri, sugo al pomodoro (io l'ho preparato con una scatola di polpa di pomodoro), 2 mozzarelle, 2 melanzane, grana grattuggiato.

Tagliare a rondelle le melanzane, salarle in superficie e lasciarle spurgare. Grigliare le fette di melanzane sulla piastra. Lessare al dente i paccheri. Scolarli facendo attenzione a non romperli. Tagliare la mozzarella e le fette di melanzane grigliate a strisce. Riempire i paccheri con le melanzane e la mozzarella e riporli in una teglia. Coprirli con il sugo. Spolverare con il grana e passarli al forno a 180 per 15 minuti circa.


BUON FERRAGOSTO A TUTTI!

sabato 7 agosto 2010

Palline di melone alla vodka




Da qualche giorno si è ufficialmente aperta la caccia alla cucina nuova. Ebbene si....essendo da poco diventati proprietari dell'appartamento in cui viviamo, questo autunno ci daremo da fare con le "grandi manovre" di ristrutturazione. In realtà dobbiamo cambiare i serramenti, incollare sullo "splendido" marmo tri-color un parquet e delle piastrelle simil pietra nella zona cottura e davanti al camino e poi....fare finalmente una cucina come si deve. Anche oggi siamo stati da due mobilieri e penso di essere definitivamente passata dall'idea di una cucina rosso laccata ad un laccato chiaro, bianco direi....pero' pensando ad una parete colorata. Ma tutto è ancora in divenire.... chissà se cambiero' di nuovo idea sul colore....

Per intanto vi lascio un'idea per un fine pasto digestivo:

Palline di melone e vodka
Ingredienti: melone, vodka, lamponi, zucchero

Tagliare la testa del melone e scavarlo con un cucchiaio togliendo solo pochi semi. Versare la Vodka nel melone e lasciarlo riposare in frigo per circa 2 ore. Svuotare il melone della vodka e tenerla da parte. Tagliare e pulire il melone ricavandone delle palline con uno scavino. In una ciotola mescolare le palline di melone, qualche lampone a piacere, zucchero e la vodka che avevamo tenuto da parte. Servire ben freddo.

giovedì 29 luglio 2010

Girelle alla bologna


Ecco....con la ricetta forse non c'entra nulla, ma quando penso alla bologna (ovvero alla mortadella così come viene chiamata qui nel varesotto) penso anche al mio nonno Gianni. E in questo dolce amarcord, mi ricordo le merende a base di michetta (comunemente chiamata anche rosetta)e bologna. Ricordo il profumo della bologna appena affettata dal salumiere vicino alla scuola e la croccantezza della michetta che si sbriciolava tutta appena la mordevo. Ci crediate o no, il solo ripensare a quel profumo e a quella fragranza mi mette l'acquolina in bocca!
Ma veniamo a noi e alla semplicissima idea che voglio lasciarvi questa sera: questi salatini sono facili, velocissimi e anche buoni!

Girelle alla Bologna
Ingredienti: un rotolo di pasta sfoglia già pronta, una fetta di bologna (o prosciutto cotto) e a piacere formaggio molle (tipo philadelphia), qualche pistacchio.

Tritare con il tritatutto la bologna tagliata a cubetti ed eventualmente il formaggio e i pistacchi fino a ridurre il tutto ad una crema spalmabile. Srotolare la pasta sfoglia e spalmarla con la crema ottenuta. Arrotolare la sfoglia il più stretto possibile aiutandosi con la carta della stessa. Dopo averla arrotolata, avvolgere ben stretta nella carta e lasciar riposare in frizer per 20 minuti circa. Tagliare il rotolo a fette regolari il più possibile; disporre i cerchietti sulla placca da forno ricoperta da carta forno e cuocere a 200° per circa 15 minuti.

martedì 27 luglio 2010

Sfogliatine alle mele e auguri a me

Oggi è il mio compleanno!Fra poco mi preparo ad uscire a cena con il mio maritino che ha prenotato una cenetta per due...non so ancora dove!E' stato proprio bravo....sono davvero contenta.
Di solito il giorno del mio compleanno resto a casa in ferie. Questa bella abitudine l'ho ereditata dalla mia collega Dani di Milano e fino a oggi ho sempre cercato di passare questa giornata in relax e con le persone che magari fatico a vedere nel normale scorrere dei giorni. Purtroppo però, oggi sono dovuta lo stesso andare in ufficio....e allora ne ho approfittato per portare qualcosina da mangiare per festeggiare coni colleghi. Ho portato, tra le altre cose, anche queste sfogliatine di mele, fatte come queste alle pesche, solo cambiano il frutto.
Velocissime e buonissime (almeno è quello che mi hanno detto i colleghi :-)


Sfogliatine alle mele
Ingredienti: pasta sfoglia pronta (questa voltab ho usato quella quadrata), 2 mele, zucchero semolato, zucchero a velo.
Tagliare la pasta sfoglia in quadrati della grandezza desiderata. Posizionarli sulla teglia rivestiti di carta forno. Lavare le mele e tagliarle a spicchi sottili (io ho usato lo sbuccia mele che le taglia a fette rotonde!). Posizionare le fettine di mela su ogni quadrato di pasta sfoglia. Cospargere con un po' di zucchero semolato e un po' di cannella. Infornare a 200° per 15 minuti circa. Lasciar raffreddare e cospargere con zucchero a velo.

giovedì 22 luglio 2010

Ciao Nonna!


In questi due mesi di "assenza" ho salutato la mia nonna.
Mi sono chiesta se fosse giusto scrivere di questa esperienza così privata, di queste emozioni così personali sul blog e alla fine ho deciso di farlo. Lo faccio perchè ho una paura matta di dimenticare e scrivere qui, come sui tanti bigliettini sparsi in agende e libri, come sul mio quaderno dei pensieri, mi da l'impressione di fissare nel tempo i ricordi che altrimenti temo sbiadiscano con il tempo.
Ho avuto la grandissima fortuna di vivere tanti anni con la mia nonna che mi ha insegnato molte cose, mi ha raccontato fatti, ricordi, esperienze della sua vita che mi sono serviti per crescere e per diventare la persona che sono ora.
Ho avuto la grandissima fortuna di ricevere tanto affetto dalla mia nonna, che non ha mai mancato di darmi consigli, di sostenermi e di seguirmi nei passi che ho fatto fin'ora....e sono sicura che continuerà a farlo.
Lei è la mia storia, è la storia della mia famiglia e questo non potrà cambiare.
Scrivo questo sul mio blog anche per un altro motivo: mia nonna apprezzava la mia passione per la cucina, dandomi consigli e dritte soprattutto per i piatti più tradizionali. Le faceva piacere qundo ogni tanto le portavo qualche manicaretto: una torta, le lasagne di magro, qualche sfizio. E tutto quello che facevo, per lei era sempre buonissimo.
Ho deciso che piano piano sperimenterò e pubblicherò tutte le ricette che mi ha insegnato. Ricette semplici, della tradizione varesina. Anche questo è un modo per pensarla e per assicurarmi di non dimenticarla.

Ciao Nonna! ti voglio bene

domenica 16 maggio 2010

Torta salata e passioni feline



Vi piacciono gli animali?Avete degli animali domestici?
Vorrei aprire questo post con una confessione: fino a due anni fa non sapevo assolutamente che nella mia vita ciò che mancava davvero fosse un amico a quattro zampe! Questo l'ho realizzato la prima sera in cui ho fatto la conoscenza con il mio micio Otto, seguito dopo qualche mese dall'arrivo di Zelda! Non mi ero mai accorta quanto, durante l'infanyia, mi fosse mancato avere un animale. Sono assolutamente innamorata dei miei gatti, ma, un po' più in generale, di tutti i gatti. Certo, anche i cani mi piacciono...ma il felino è per me qualcosa di meraviglioso. Il gatto é una piccola tigre che però si fa coccolare, grattare dietro alle orecchie e ti ricambia con le fusa. Vogliamo parlare delle fusa??? Di quel "trattorino" che si attiva ogni volta che accarezzo le due bestiole che abitanoo con me, che mi tranquillizza e mi rilassa.I miei sono mici domestici, chiamati amorevolmente "gattuche", perchè sono metà gatto e metà peluche....ma anche i gatti di strada, con la loro curiosa indipendenza, con la loro diffidenza, sono assolutamente animali affascinanti.


Ma ora passiamo alla ricetta di cui al titolo.
Settimana scorsa sono andata a cena dalla mia amica Elisa, che ha fatto una buonissima pizza. Per non presentarmi a mani vuote, ho parto il frigorifero e ho cercato di produrre qualcosa di veloce (erano già le 18), facile e soprattutto di utilizzare gli ingredienti che avevo a disposizione.
Il risultato è stata una torta salata con zucchine, peperoni (avanyati dalla sera prima) e una mezza cipolla! Il tutto reso cremoso dal formaggio spalmabile e dalle uova fresche arrivate dal Galgino (da un cugino di mio suocero che ci porta spesso uova, ma in estate anche verdura e frutta!)

Torta salata con zucchine, peperoni e cipolle
Ingredienti: 1 rotolo di pasta sfoglia, 2 zucchine, 1 peperone già cotto e spellato, una piccola cipolla, 125gr circa di formaggio spalmabile, 2 uova, parmigiano, sale qb

Cuocere le zucchine con un filo d'olio. Tagliare a listarelle il peperone. Unire in una ciotola il formaggio spalmabile con le uova e amalgamare bene. Versare il composto sul fondo della pasta sfoglia adagiata in una teglia e bucherellata con una forchetta. Aggiungere le zucchine, il peperone e per ultimo la cipolla tagliata a velo. Spolverare con il grana. Cuocere in forno a 180° per circa 35 minuti.

sabato 8 maggio 2010

Insalata di polpo


Sono tornata! A dire il vero sono tornata dalla Toscana ormai da una settimana, ma questi giorni sono stati impegnativi soprattutto da un punto di vista organizzativo. La settimana di ferie è stata davvero molto riposante: abbiamo trovato giorni di splendido sole e di temperatura davvero piacevole. Le colline toscane erano verdi e fiorite. Abbiamo anche visitato splendidi borghi e città godendoci i ritmi tranquilli di chi ha tempo da perdere. Siamo stati a San Gimignano, a Firenze, a Pienza e anche in Umbria ad Assisi.
Per quanto riguarda la cucina, ho in arretrato la ricetta di questa insalata di polpo, buona come piatto unico oppure, in porzione piU' ridotta, come antipasto:

Insalata di polpo
Ingredienti: un polpo abbastanza grosso, due foglie di alloro. due patate, 10/15 pomodorini maturi, olive taggiasche a piacere, basilico sminuzzato, olio e sale per condire.

Lessare il polpo con le foglie di alloro, spellarlo sotto l'acqua corrente e farlo raffreddare. Lessere le patate e spelarle, Farle raffredare e tagliarle a pezzetti. In un'insalatiera riunire le patate e il polpo tagliato a tocchetti, i pomodorini tagliati in 4, le olive. Aggiungere il basilico sminuzzato e condire a piacere con olio e sale-

Potete trovare una ricetta alternativa all'insalata di polpo passate dal blog Spizzichi e Bocconi di Silvia e Manuela!!!

giovedì 22 aprile 2010

Storie di formaggio da terminare e di anniversaio da festeggiare


Ebbene si.... ieri io e il mio maritissimo abbiamo festeggiato tre anni di matrimonio! Tre anni fa abbiamo passato una splendida giornata tra amici e parenti, tante emozione e anche tanto divertimento. Da un certo punto di vista mi sembra sia stato solo ieri, mentre a volte ho quasi l'impressione di aver sempre condiviso la mia vita con lui! Per festeggiare, ma anche per riposare, ce ne andremo una settimana i vacanza. Meta: la campagna senese. Programmi: relax, passeggiate e magari qualche visita (vorrei tornare a Firenze, visto che ü un po' che non ci vado!).
Proprio in previsione di questa vacanzina, ieri non siamo usciti a cena, ma ho preparato io qualcosa di sfizioso. Dato il poco tempo a disposizione ho preso al supermercato qualche antipastino già prono e quattro paste per concludere in dolcezza la cena. E per il primo mi sono affidata ad un risotto (che avevo letto su un menu di un ristorante). Prometto solennemente di non proporvi altri risotti con il castelmagno almeno fino all'autunno....ma d'altra parte ne avevo ancora un pezzetto in frigo che andava consumato il prima possibile.

Risotto mele verdi e castelmagno
Ingredienti per 2: 180gr riso carnaroli, 1/2 mela granny smith, un pezzetto di castelmagno, cipolla tagliata sottile, burro per rosolare, vino bianco, brodo.

In una pentola far imbiondire le cipolle con il burro, aggiungere la mela tagliata a pezzettini con la buccia e farla scottare qualche minuto. Aggiungere il riso e, dopo averlo tostato, sfumare con il vino bianco. Aggiungere il brodo caldo gradualmente fino a portare il riso a cottura. Quando mancano circa 5 minuti alla cottura del riso, aggiungere il castelmagno


Quindi tanti auguri al mio amorissimo...

Noi ci leggiamo fra circa 10 gg :-)

sabato 17 aprile 2010

Plumcake con canditi

I plumcake mi piacciono molto: fanno molto "merenda", li trovo perfetti da gustare con una buona tazza di tè il fine settimana, comodamente adagiati sul divano, con in bel libro sulle ginocchia e magari con un gatto che fa le fusa sui piedi (una delle posizioni preferite di Otto e Zelda)

Plumcake con i canditi
Ingredienti. 250gr farina, 80gr burro, 150 gr zucchero, 100gr ricotta, 1 bustina di lievito, 3 uova, canditi a piacere.

Mescolare bene il burro cremoso, la ricotta e lo zucchero. Aggiungere le uova, la farina, il lievito e mescolare fino ad ottenere una pasta liscia. Aggiungere i candii. Cuocere a 180* per circa 40 minuti (fare la rpova stecchino).

domenica 11 aprile 2010

Risotto chiodini e castelmagno



Eccoci qui! finalmente è primavera!!! Non solo sul calendario....le giornate sono più lunghe e il sole riscalda l'aria. Il mio giardino è un trionfo di fiori, soprattutto narcisi e tulipani. Questo rigido inverno però a mietuto molte vittime: molte piante, tra cui l'oleandro, hanno davvero sofferto tantissimo. Il proverbio "aprile dolce dormire" è proprio azzeccato: oggi tutta la famiglia, gatti compresi, ha pigramente passatoil tempo tra il divano e il letto (fuori intanto cadeva una sottile pioggerellina primaverile). Ecco la prova provata di quel che vi ho detto
Per pranzo quest'oggi ci siamo un po' viziati: utilizzando un bel pezzetto di Calstelmagno ancora nel mio frigo ho cucinato questo bel risotto:

Risotto con chiodini e castelmagno

Ingredienti per 2 persone: una manciata di chiodini (io ho usato i chiodini dei nonni, puliti e surgelati questo autunno), castelmagno quanto piace, 200gr di riso Carnaroli, cipolla tagliata a velo, 750ml circa di brodo leggero, un pezzetto di burro.

Far soffriggere le cipolle con un po' di burro. Unire i funghi ancora surgelati e cuocerli per 10 minuti. Aggiungere il riso e farlo tostare sfumandolo poi con un goccio di vino bianco. Aggiungere il brodo piano piano portando il risotto a cottura. Quando mancano circa 5 minuti aggiungere il castelmagno tagliato a pezzetti.
Terminare la cottura continuando a mescolare.

domenica 4 aprile 2010

Buona Pasqua


Il tempo è inclemente....piove da ieri ininterrottamente! Ma quando c'è il sole, i fiori primaverili sono uno spettacolo. Auguri di buona Pasqua a tutti!

sabato 27 marzo 2010

Troccoli panna e funghi


Lo ammetto....non è un piatto assolutamente primaverile! e con il sole che finalmente ha fatto capolino fra le nuvole, volevo postare questa ricetta facilissima e veloce, ideale quando ci sono ospiti improvvisi e magari non si è avuto il tempo di fare la spesa. Io tengo sempre qualcosina di scorta sia nel frizer (come ad esempio i funghi surgelati o un misto verdure) e anche nella dispensa (come ad esempio la panna da cucina).
Quindi, ecco a voi i miei troccoli panna e funghi...e voi cosa cucinate se colte/i di sorpresa dai vostri ospiti?


Troccoli panna e funghi

Ingredienti: una confezione di funghi surgelati, una scatola di panna da cucina, uno spicchio d'aglio, un cucchiaio d'olio, pasta a piacere, prezzemolo. In una padella far imbiondire l'aglio con l'olio.

Versare i funghi sugelati e cuocerli per circa 15 minuti. Nel frattempo preparare la pasta. Qualche minuto prima di scolare la pasta, aggiungere ai funghi prezzemolo a piacere e la panna. Scolare la pasta e condire allongando il sugo con un cucchiaio di acqua di cottura della pasta se risultasse troppo asciutto.
(al posto della panna si puo' usare un formaggio cremoso)

domenica 21 marzo 2010

Strudel di mele e mandorle

Cosa preparare per concludere un pranzo domenicale un po' improvvisato con marito e amica Manu? Ma lo strudel di mele!!!! Per fortuna che avevo in frigo la pasta sfoglia....ma poi?Niente uvetta, niente pinoli. Ma una bella confezione di mandorle in lamelle. Ed ecco il dolce.

Strudel di mele e mandorle

Ingredienti: 1 confezione di pasta sfoglia pronta, 3 mele, lamelle di mandorle, 3 cucchiai di
zucchero di canna, 1 cucchiaino di cannella, zucchero a velo.

Sbucciare le mele e tagliarle a piccoli tocchetti. In una ciotola, mescolare le mele tagliate con lo zucchero di canna, la cannella e le lamelle di mandorla a piacere. Versare le mele sulla sfoglia stesa, chiudererla sovrapponendo i lati e sigillando bene i bordi. Decorare con altre lamelle, infornare a 180 per circa 25 minuti

giovedì 4 marzo 2010

Crostata di crema e gocce fondenti

Per questa deliziosa torta devoringraziare mio marito che si è prestato a girare la crema e l'ha fatto talmente bene che è risultata liscia e omogenea senza nemmeno un grumo!
Sabato sera siamo andatia trovare la mia carissima amica Chicca e la sua bella famiglia e abbiamo portato questa crostata per finire il pranzo in allegria!

Crostata di crema con gocce fondenti
Ingredienti per la frolla: 250gr farina, 100gr burro, 100gr zucchero, 1 uovo, 1/2 bustina di lievito, 1 bustina vanillina.
Ingredienti per la crema: 4 cucchiai di zucchero, 3 cucchiai di farina, 2 tuorli, 1/2lt di latte, qualche goccia di essenza di vaniglia, gocce di cioccolato fondente.

Preparare la frolla e lasciarla riposare in frigo avvolta nella pellicola.
Preparare la crema: in un pentolino mescolare zucchero, farina e i due tuorli aggiungendo il latte poco alla volta continuando a mescolare. Mettere sul fuoco e portare ad ebollizione continuando a mescolare. Lasciare sul fuoco fino a che la crema non si addensa. Fpderare una teglia da crostata con la pasta frolla, versare la crema e distribuire sulla superficie le gocce di cioccolato. Decorare con la pasta rimasta. Cuocere 35min circa a 180-

Per una versione al limone della crostata guardate qui!

domenica 28 febbraio 2010

Risotto ai carciofi


Ma quanto mi piacciono i carciofi!!In questo periodo, in occasione anche di qualche sconto al supermercato, ho fatto davvero una scorpacciata di carciofi!Di solito li mangio lessi con un pinzimonio di olio aceto e sale!
La domenica, però, avendo più tempo a disposizione per cucinare e volendo fare onore al tradizionale pranzo festivo, mi dedico a preparazioni più lente, ma non molto più complesse:

Risotto ai carciofi
Ingredienti (per 2 persone): 1 carciofo pulito e tagliato a fette sottili (far riposare il carciofo affettato in acqua acidulata), 200gr di riso carnaroli, 1/2 lt circa di brodo leggero, 1/2 bicchiere di vino bianco, cipollatagliata a velo, burro, parmigiano, sale q.b.

In una pentola capiente far imbiondire le cipolle con il burro, scolare dall'acqua acidulata i carciofi e aggiungerli facendoli rosolare. Aggiungere 1/2 bicchiere d'acqua e stufare i carciofi per circa 15 minuti aggiungendo se necessario dell'acqua.
Unire il riso e farlo tostare, sfumare con il vino bianco. Aggiungere poco brodo alla volta portando il risotto a cottura. Aggiungere il parmigiano grattuggiato e mantecare.

giovedì 18 febbraio 2010

Biscotti al cocco - Kokosmakronen

Ancora biscotti?!?!?!?Ebbene si....questa ricetta è un rimasuglio delle prove fatte prima di Natale per i regalini fatti a colleghi e amici!Ma erano così buoni che da allora li ho già rifatti un paio di volte per le merende tra amiche, tutte chiacchiere e tazze di tè fumanti!
Cosa darei per averne qui un paio questa sera! Ho proprio voglia di mangiare qualcosa di consolatorio ( ma l'elenco dei miei personali comfort food è lungo ed include anche il purè di patate e il risotto allo zafferano!!!) Nonostante quest'oggi abbia fatto capolino un timido raggio di sole, il mio umore non è dei migliori e, purtroppo, non vedo nessuna via di miglioramento nel breve termine! Mi consolo un po' così....pubblicando ricette che mi hanno dato soddisfazione e cercando di ritagliarmi del tempo per cucinare qualcosa di nuovo e sfizioso!
Ma ora anoi....ecco la ricetta:

Biscotti al cocco - Kokosmakronen

Ingredienti: 250gr burro a temperatura ambiente (io ho usato la margarina), 150gr di zucchero, 2 bustine di vanillina, 250gr farina, 15ogr maizena, 4 cucchiaini di lievito, 2 uova, 200gr cocco grattuggiato (o farina di cocco)

Lavorare il burro a crema, aggiungere le uova una alla volta continuando a mescolare. Aggiungere poi lo zucchero e le bustine di vanillina. Aggiungere a cucchiaiate la farina precedentemente mescolata con la maizena. Per ultimo incorporare al composto il cocco. Formare delle palline (io ho usato la sac-à-poche) e posizionarle un po' distanti tra loro su una leccarda coperta di carta forno. Cuocere a 180° per circa 10 minuti o fino a quando i biscotti non saranno dorati.

domenica 14 febbraio 2010

Morbidamente Torta Margherita


Eccomi di nuovo tra voi! e pensare che avevo sperato che il 2010 fosse un pochino più facile dell'anno scorso....invece mi trovo alla metà di febbraio già stanca e alle prese con mille problemi e problemucci! Ma che ci vogliamo fare, così è la vita!
Ieri ho avuto un po' di tempo per cucinare, merito del maritino che è stato bravissimo a rassettare tutta casa venerdì! E di questo ancora lo ringrazio! Così mi sono messa a fare questa torta, morbida e ariosa, dolce ma non troppo, soffice e gustosa! insomma, tutto quello che ci vuole per prendersi una bella pausa dal nostro tran-tran quotidiano, sederci sul divano con una tazza di buon té, magari ascoltando un po' di buona musica (io ho fatto merenda ascoltando Branduardi -La pulce d'acqua, Alla fiera dell'est, Ballo in fa diesis minore...). Questa si che è una sosta, un ristoro!!!!

Ed eccovi la ricetta che mi ha soddisfatto così tanto:

Torta Margherita
Ingredienti: 200gr farina, 50gr maizena, 150gr zucchero, 1 bustina lievito, 3 uova, 100gr burro morbido, la buccia di un limone grattuggiato, 85gr di latte scaldato con un baccello di vaniglia, zucchero a velo per guarnire.

In una ciotola unire i tuorli, il burro morbido e lo zucchero e montarli con le fruste fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere la farina setacciata con la fecola e il lievito a cucchiaiate avendo cura di alternare la farina con qualche cucchiaio di latte fatto precedentemente scaldare con un baccello di vaniglia e poi fatto raffreddare. Quando il composto sarà liscio e denso unire la buccia di limone grattuggiata. Montare a neve gli albumi e unirli al composto mescolando dall'alto al basso cercando di amalgamarli senza smontarli. Trasferire in una teglia e cuocere nel forno preriscaldato a 180° per circa 35minuti. Sfornare, far raffreddare e completare con lo zucchero a velo.

domenica 31 gennaio 2010

Cookies avena e cioccolato


Gli ultimi tre giorni di gennaio vengono chiamati per tradizione "I giorni della Merla", mentre i primi di febbraio "La Candelora". E per tradizione, in questi giorni l'inverno si fa sentire con il suo freddo più pungente. In effetti, oggi qui a Varese c'è stato il sole, ma il vento che soffia da ieri sera è gelido! La domenica è passata placida, tra qualche mestiere, una torta e un bel sonnellino pomeridiano. Mi sono appena gustata un'ottima tazza di té con una bella fettta di torta di mele.... :-) Ma quest'oggi vorrei proporvi i cookies che ho preparato proprio settimana scorsa ancora per il té delle cinque e che sono venuti croccanti e morbidi allo stesso tempo:

Cookies Avena e Cioccolato


Ingredienti per circa 20 cookies
: 100gr farina, 50 gr burro, 50gr fiocchi d'avena, la punta di un cucchiaino di bicarbonato, un pizzico di sale, un pizzico di cannella, 50gr zucchero (io ho usato 80gr di zucchero di canna), 2 uova, vanillina, 50gr di cioccolato fondente spezzettato, 50gr di gherigli di noci (io ho usato le nocciole)


In una ciotola mescolare la farina, i fiocchi d'avena, bicarbonato e sale. in un'altra ciotola amalgamare bene il burro ammorbidito con lo zucchero, aggiungere le uova e la vanillina e mescolare con cura. Aggiungere al composto il contenuto della ciotola precedente, aggiungendo il cioccolato e le noci spezzettate. Trasferire il composto al centro di un foglio di pellicola trasparente e avvolgerlo formando un salsicciotto. Far riposare in frigo per circa 30minuti. Tagliare l'impasto a dischi e disporlo su una teglia coperta con carta forno. Posizionare i dischi distanti fra loro. Cuocere a 180° per 10 minuti (ma stare attenti alla cottura!!!)

giovedì 21 gennaio 2010

Orecchiette ai broccoli light


Brrrrrr.....che freddo! Qui si gela davvero!Non ne posso davvero piu' e la strada verso la primavera sembra cosi' lunga.....Ho proprio bisogno di cibi caldi e gustosi ma allo stesso tempo semplici (diciamo che stomaco e pancetta si devono ancora riprendee dai bagordi delle feste....)
Ed infatti
questa sera ho fatto un bel minestrone! ma in questo post volevo presentarvi questa velocissima pasta nella mia versione light! Non avevo mai pensato di fare pasta e broccoli, ma al supermercato erano molto belli, sono verdura di stagione e ammetto che è piaciuta moltissimo sia a me che a mio marito ed in più è velocissima e ben bilanciata. Insomma, l'esperimento è pienamente riuscito! Ecco come l'ho fatta:

Pasta con i broccoli
Ingredienti per 2 persone: 200gr di orecchiette, un broccolo piccolo, 2/3 acciughe sott'olio, peperoncino, olio evo.

Lavare il broccolo e tagliare le cimette in piccoli pezzi. Portare una pentola d'acqua salata ad ebollizione. Tuffare i broccoli. Non appena l'acqua torna a bollire buttare le orecchiette. Nel frattempo tagliare sottilmente le acciughe. Quando la pasta sarà cotta, scolarla a versarla in una bacinella, aggiungere le acciughe, l'olio e il peperoncino a piacere. buon appetito

domenica 17 gennaio 2010

Pollo alle Olive

Prima di tutto un appello: come tutti saprete, Haiti è stata colpita da un terremoto che ha devastato il paese e ha messo in ginocchio la popolazione. Ognuno di noi può fare qualcosa....






E' già quasi terminato il week end.... non ci posso credere! Questo fine settimana è volato, tra qualche commissione, la piega alle nonne (ebbene si.....sono la loro parrucchiera di fiducia) e qualche mestiere in casa.
Oggi, 17 gennaio, è S. Antonio (buon onomastico a tutti gli Antonio!) e ieri sera a Varese c'è stato il tradizionale falò. Questa è una delle pochissime tradizioni e feste popolari ancora in essere al giorno d'oggi e che tutti i varesini amano particolarmente. Bancherelle, la classica frittellona, una fiumana di persone che lentamente si avvicinano al falò consegnando nelle mani dei vigili del fuoco bigliettini e lettere da bruciare nel fuoco chiedendo che il Santo esaudisca i propri desideri.

Ed ora, vi lascio una ricetta semplice e gustosa che mi ha insegnato la mia amica Luana, per cucinare il pollo un po' diversamente:

Pollo alle Olive
Ingredienti: coscie e sovracoscie di pollo, olio evo, olive (nere o verdi a piacere), un cucchiaio di capperi sott'aceto, 1/2 bicchiere di vino, sale.

In una padella, scaldare un cucchiaio d'olio e far rosolare i pezzi di pollo. Quando saranno dorati, bagnarli con il vino e farlo evaporare. Unire le olive e i capperi e un paio di cucchiai di salamoia delle olive stesse. Salare e aggiungere un po' di acqua. Cuocere coperto per circa 30 minuti. All'ultimo, togliere il coperchio e far "restringere" il sughetto.

lunedì 11 gennaio 2010

Torta di compleanno alla nocciola e ganache al cioccolato


Eccomi qui come promesso a farvi il breve resoconto della preparazione della torta di compleanno per il maritino. Per la prima volta sono stata tanto soddisfatta del risultato! Avevo già provato a fare delle torte farcite e decorate, ma il risultato non era stato degno di pubblicazione. Questa volta invece....sono felice di dirvi che la torta é piaciuta proprio a tutti!

Torta alle nocciole con ganache al cioccolato

Per la base: 200gr farina, 100gr fecola, 4 uova, 180gr zucchero, una bustina di lievito, 100gr di burro fuso, 3 o 4 cucchiai di latte, 50gr di nocciole tritate,

Per la farcia: latte e cacao per bagnare la pasta, 500ml di panna, 100gr di cioccolato fondente fuso, zucchero vanigliato

Preparare la base: in una ciotola montare i tuorli con lo zucchero, unire il burro fuso e la farina, la fecola e il lievito setacciati. Unire le nocciole e il latte per mantenere la pasta morbida. Montare gli albumi e unirli all'impasto a cucchiaiate amalgamando dall'alto al basso, cercando di non smontare l'impasto. Cuocere a 180° per 40/45 minuti (fare la prova stecchino)
Far raffreddare la base e poi tagliarla a metà. Bagnare entrambe le parti con latte e cioccolata. Montare la panna non troppo a lungo e versare il cioccolato nella panna, continuando a montare fino a che non diventa soda. farcire la base, ricoprire con la seconda parte e decorare con la ganache rimasta. Far riposare in frigo per qualche ora.

domenica 10 gennaio 2010

Ritorno tra voi!!!!

Eccomi qui dopo quasi un mese di assenza....Prima di tutto, magari con un po' di ritardo, vorrei augurare a tutti gli amici che passeranno di qui che l'anno appena cominciato sia ricco di cose belle, inondato da sorrisi, accompagnato da serenità e farcito di emozioni!


Poi, vorrei scusarmi per non aver postato per così tanto tempo e senza nessun apparente motivo. Probabilmente l'affanno dell'appena passato periodo di festa, forse la stanchezza o il fatto che tra parenti, amici eccetera....non ho cucinato molto in questi giorni. Ma ora sono tornata...e con rinnovato entusiasmo, voglio raccontarvi ancora le mie peripezie in cucina (se avrete la pazienza di tornare a trovarmi! :-) )
Ma prima...prima devo fare una cosa importante! Voglio fare quello che da qualche anno non faccio più, ovvero un piccolo elenco dei BUONI PROPOSITI DI INIZIO ANNO (ma l'elenco sarà piccolo piccolo....per poter davvero essere sicura di tenere fede a questi buoni propositi!


Per la mia vita in generale:
  • organizzarmi meglio nelle cose di casa cercando di non accumulare faccende e mestieri che possono essere svolti un po' alla vlta (vedi stirare....);
  • cercare di essere più tranquilla e fatalista, senza però trascurare nulla.
Per il blog (ma in generale per i miei hobbies e per le vita "extralavorativa"):
  • sperimentare almeno 2 ricette nuove al mese
  • cercare di aggiornare il blog almeno una volta a settimana
  • essere costante con la piscina (almeno 2 volte a settimana)
  • fare un corso di fotografia (e stampare un po' di foto!!!!)
  • leggere tutti i libri che ho comprato (prima di comprarne altri...)


Per ora vi lascio....oggi è stato il compleanno del maritino! Tutti i suoceri al completo sono venuti a mangiare da noi: ho cucinato risotto con funghi, tagliata alle spezie e patate al forno. E la torta....beh, quella ve la racconto la prossima volta! :-)